LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Area sacra, il restauro di Bulgari
Lilli Garrone
Corriere della Sera - Roma 1/4/2018

Stanziamento iniziale di mezzo milione e ulteriori trecentomila euro già pronti per illuminazione, recinzione e bagni

La maison interverrà a largo Argentina: nuovi percorsi per le visite, biglietteria e bookshop

Nuova recinzione che inglobi la Torre del Papito e il portico, nuovo ingresso allarea archeologica, nuovo percorso per scendere. E molto altro. Ecco il restauro dellArea Sacra a largo Argentina. La maison Bulgari punta soprattutto allaccessibilità e alla possibilità di visitare uno dei luoghi più significativi della capitale, dove esisteva il teatro di Pompeo e dove fu assassinato Giulio Cesare.

E dopo la scalinata di Trinità dei Monti la maison Bulgari ha intenzione di investire anche sui restauri dellArea sacra di largo Argentina. Il progetto è ancora in fase iniziale (la chiusura di quello esecutivo è prevista per ottobre-novembre), ma la volontà è già stata espressa. E si parla anche di fondi. Dal restauro della scalinata cè, infatti, un residuo di 485.593 euro che dovrebbe essere integrato con un nuovo finanziamento ancora da determinare, ma si parla allincirca di 300 mila euro. Del resto Paolo Bulgari laveva già detto al Corriere : Mi piacerebbe fare anche altre cose per Roma.

Ed allora ecco lArea sacra dellArgentina, dove lavori di restauro sono in corso da anni: con questo progetto si punta soprattutto allaccessibilità e alla possibilità di visitare uno dei luoghi più significativi della capitale, dove esisteva il teatro di Pompeo e dove fu assassinato Giulio Cesare. I lavori consisterebbero in una nuova recinzione che inglobi la Torre del Papito e il portico e in un nuovo ingresso allarea archeologica che prevede la costruzione di una nuova scala di accesso posizionata al lato della Torre e, accanto, la realizzazione di una pedana elevatrice. Non solo. Si dovrà realizzare anche un nuovo percorso per poter camminare allinterno dellarea archeologica e ci sarà un nuovo impianto di illuminazione a led che possa consentire le visite anche nelle ore notturne. Internamente al Portico saranno realizzate invece la biglietteria e il bookshop e sarà integrato il sistema di allarme. E finalmente vi saranno anche dei servizi igienici allinterno dei locali attualmente adibiti a magazzini.

Larea che oggi si ammira solo e soprattutto dallalto sarà così visitabile, anche se i tempi non saranno velocissimi. Se la chiusura del progetto esecutivo è prevista per il novembre di questanno, si dovrà poi passare allindizione della gara dappalto, probabilmente a dicembre. Ci saranno poi i tempi di gara di otto o nove mesi e infine laggiudicazione definitiva, per la quale si prevedono altri tre mesi. Di dieci mesi sarebbe la durata dei lavori e si arriverebbe così a una possibile e auspicabile inaugurazione a gennaio 2020.

NellArea sacra si lavora da anni, ma non si può ancora scendere fra gli scavi. Lultimo annuncio è del marzo del 2015, quando con lavvio di un nuovo restauro (grazie a fondi Arcus) si è era parlato di poter camminare sulla pavimentazione originale di età domizianea fin dallautunno. Così non è stato. Ma la rinascita è molto attesa da chi vive e lavora in zona: Laugurio è che la riqualificazione, che ha un aiuto economico dai privati, non finisca come altre situazioni che versano di nuovo nel degrado, dice Viviana Piccirilli Di Capua dellAssociazione abitanti centro storico: È importante anche sistemare larea sovrastante - aggiunge -, che è vincolata. E vanno salvaguardati i negozi di vicinato che hanno più di cento anni.




news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news