LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Egizio, ora si mobilita la comunità araba: "Sabato tutti all'Egizio"
di CARLOTTA ROCCI
14 febbraio 2018 LA REPUBBLICA

Il tunisino Haj Sassi: "Solidali con il direttore"


Egizio, ora si mobilita la comunità araba: "Sabato tutti all'Egizio"
La mobilitazione è partita. Il mondo arabo torinese serra le fila in difesa del direttore del museo Egizio Christian Greco e promette che sabato pomeriggio saranno centinaia i visitatori di lingua araba nelle sale di via Accademia delle Scienze. Lappello è stato lanciato ieri dalle pagine di Repubblica da Amir Younes, rappresentante della comunità egiziana di Torino e direttore della scuola araba. Porteremo i ragazzi della scuola, con gli insegnanti e i genitori per dimostrare la nostra solidarietà al museo e al direttore attaccato dai politici del Centrodestra". Lidea è piaciuta e ora sono in molti a condividerla. "Noi ci saremo e saremo numerosi - dice Faouzi Haj Sassi, referente della comunità tunisina sotto la Mole - E giusto esserci perché lidea del museo Egizio era incoraggiare una parte della popolazione torinese a visitare la collezione del museo. Non si può strumentalizzare la cultura, non si può farne materia per la campagna elettorale. Greco è un uomo di cultura e ha voluto rendere fruibile una collezione che per il mondo arabo rappresenta uno studio delle origini".

Haj Sassi promette di esserci sabato insieme alla figlia in fila tra i turisti. "Porterò linvito in moschea, nel sermone di venerdì, perché ladesione sia la più grande possibile. Haj Sassi condivide la posizione del ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini che ha accostato i fatti di Macerata e la polemica sul museo Egizio e ha detto: "Sono fatti diversi ma utilizzati con la stessa spregiudicatezza. Si spinge la gente a fare l'equazione immigrato uguale criminale". Haj Sassi commenta: "E il terrorismo che odia la cultura".
Mentre linvito di sabato corre veloce tra le comunità arabe sotto la Mole, in molti hanno espresso la loro solidarietà a Greco, non solo a Torino. "Se vogliono la vera integrazione Salvini e Meloni firmino il nostro manifesto #UnitineiColori invece che proseguire con le strumentalizzazioni da politicanti, ha detto Foad Aodi, presidente delle Comunità del mondo arabo in Italia e dell'Associazione medici di origine straniera in Italia- E a rischio la collaborazione - conclude il presidente di Co-mai - con i nostri paesi di origine che amano e rispettano l'Italia per la sua civiltà, democrazia, liberà, cultura".
Il videomessaggio del direttore del Museo Egizio: "Grazie a tutti per la solidarietà"

In campagna elettorale ogni commento diventa inutile e di solito parlano gli ignoranti e i politicizzati, commenta Younis Tawfik, lo scrittore di origine irachena che vive a Torino e che ha fondato il centro culturale
italo-arabo Dar Al Hikma. "Queste strumentalizzazioni fomentano reazioni anche molto pericolose - dice - il museo Egizio e il suo direttore hanno cercato di offrire un contatto diretto al mondo arabo con la cultura delle proprie origini. Non è la prima volta che succede, io stesso ho portato dei ragazzi arabi al Mao quando venne fatta una promozione simile. Non scoppiò nessuna polemica allora. E conclude: Sono solidale fino al midollo con il museo".



news

25-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news