LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Musei a pagamento, crollo dei visitatori
Armando Stella
11 AGOSTO 2005 CORRIERE DELLA SERA Milano





Prima e dopo. Le «due vite» dei musei civici milanesi separate da un evento: l'introduzione del biglietto. Prima: oltre un milione di visitatori in un anno. Dopo: meno di 600 mila. La differenza l'hanno fatta i tre euro chiesti dal 3 agosto 2004. È il prezzo della cultura, quello che ha permesso al Co-mune di incassare oltre 700 mila euro extra, rinunciando al pubblico di massa, quello di habitué e curiosi, bloccati ai tornelli da una barriera forse più psicologica che economica.
È un calo, in parte, atteso. L'aveva messo in conto anche Salvatore Carrubba, predecessore di Stefano Zecchi all'assessorato alla Cultura di Palazzo Marino. L'obiettivo, d'altronde, era chiaro: alzare Milano al livello delle grandi città europee (Londra, Madrid, Barcellona) recuperando, allo stesso tempo, risorse per gli investimenti. E i conti sono presto fatti: 1.053.164 presenze dall'agosto del 2003 al luglio del 2004, 583.215 tagliandi staccati un anno dopo. Una «rivoluzione» confermata anche dai visitatori di luglio e agosto, i mesi a maggiore vocazione turistica: 111.104 a luglio 2004 contro i 36.538 del mese appena trascorso; e, infine, 9.169 biglietti venduti nei primi nove giorni d'agosto, in linea con le presenze di un anno fA.
Cifre che vanno «contestualizzate nel nuovo sistema di conteggio», dicono dall'assessorato alla Cultura. In sintesi: per visitare, ad esempio, i musei del Castello Sforzesco (Egizio, Preistoria, Arte Antica, Pinacoteca, Strumenti musicali, Arti decorative) è sufficiente un solo biglietto <3 euro intero, 1,50ridotto). Così, mentre prima si contavano «le teste» nelle diverse sedi espositive (e si somraa^&no), oggi le stime si fanno sili «tagliandi singoli, evidentemente inferiori». Conseguenza: "Un po' di calo c'è», dicono a palazzo Marino, ma «non è drammatico: si attesta attorno al 30 per cento».
La strada è tracciata, insomma. E indietro non si torna. Anche perché «tre euro è un costo veramente sproporzionato: il valore del patrimonio artistico di Milano è altissimo, i nostri musei sono tra i più ricchi d'Europa», aggiunge 11 sovrintendente al Castello Sforzesco, Ermanno Arslan. n problema, semmai, è l'incapacità della città «di dare ai turisti un'offerta organizzata, con biglietti che inseriscano nel percorso molte mete diverse. Chi viene a Milano, oggi, insiste sempre su pochissimi musei». Arslan è comunque fiducioso: «H Castello dovrebbe raggiungere i 400 mila visitatori entro la fine del 2005. E abbiamo ANcora margini di crescita: quota 700 mila è raggiungibile in due o tre anni». Obiettivo su cui il sovrintendente lavora da tempo (lascerà
l'incarico alla fine di agosto). A settembre sarà inaugurato ~" il nuovo spazio «Accoglienza giovani» e apriranno i cantieri per la sistemazione del Cortile delle Armi (un investimento di 26 milioni di euro in cinque anni della Fondazione Cari-pio) , rinviati dal Comune in autunno «proprio per non gravare sui milanesi che vivono l'estate al Castello Sforzesco». E, in effetti, le proteste dei cittadini si stanno concentrando tutte sulla chiusura ad agosto non solo della Biblioteca Trivulziana (per lavori: riaprirà a dicembre). Ma anche del Museo di Milano, della Casa Boschi Di Stefano, del Museo del Risorgimento, di quello Archeologico e dello studio Francesco Messina. Aperti un anno fa, seppur con orari ridotti. «Mancanza di custodi—si giustificano in Comune —. Abbiamo deciso di chiudere le esposizioni meno frequentate».



news

23-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news