LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Unesco: Urbani, Italia sperimenta forme tutela patrimonio
Ansa 15/11/2002

L' Italia sta sperimentando nuove forme per la salvaguardia del suo ingente patrimonio artistico, che prevedono il coinvolgimento dei cittadini e degli enti locali. Lo sottolinea il ministro per i Beni e le Attivita' Culturali Giuliano Urbani, che domani interverra', a Venezia, al convegno dell' Unesco per i 30 anni dalla firma della Convenzione di cui si e' detto onorato che sia ospitato in Italia. Dopo essersi detto onorato che il convegno si svolga in Italia, Urbani rileva, rivolgendosi ai convegnisti nel lungo testo inviato oggi, che ''condividiamo un patrimonio inestimabile, condividiamo un' esaltante eredita'. Ma questo ci porta a condividere anche grandi responsabilita', e, quel che piu' conta, ci porta a condividere il dovere di individuare comuni soluzioni''. ''Ciascuno di noi oggi - prosegue Urbani - ha la possibilita' di mettere le rispettive esperienze al servizio comune. Ed e' per questo percio' che dobbiamo fare. A questo proposito trovarci a Venezia costituisce anche una sorta di 'incontro-simbolo'. Nel senso che Venezia rappresenta un unicum mondiale, ma rappresenta anche, nello stesso tempo, una moltitudine di sfide comuni a tutte le grandi citta' storiche, che caratterizzano ciascuno dei nostri Paesi. Le sfide specifiche - appartenenti cioe' alla specifica storia di ciascun Paese - dovranno ovviamente riguardare in primo luogo i singoli Paesi interessati, ma dovranno anche inevitabilmente prevedere apposite forme di collaborazione internazionale ogni qual volta risulti indispensabile''. ''Si e' fatto - aggiunge - cosi' piu' volte per Venezia e di cio' come italiano debbo manifestare la piu' viva gratitudine a molti Paesi e in primo luogo all' Unesco. E cosi' potra' certamente avvenire in futuro per tutti i luoghi artistici che le renderanno necessarie. E penso in questo caso ad esempio ai Buddha di Mamyan in Afghanistan. D' altra parte le sfide comuni, proprio perche' riguardano un po' tutti i nostri Paesi, richiederanno uno sforzo aggiuntivo: la messa in comune di tutte le esperienze e di tutti gli studi in materia di soluzioni successfull in modo tale che sia sempre piu' facile (o possibile) fronteggiare assieme comuni pericoli. Mi riferisco all' inquinamento, alla riduzione della biodiversita', ai cambiamenti climatici, allo sviluppo illimitato dei flussi turistici, alla crescita delle citta', ad alcune cause ricorrenti di molti disastri ambientali, cosi' come alla lotta contro i furti e il commercio illegale di opere d' arte''. ''In tutti questi campi - rileva il ministro - l' Unesco del futuro dovra' probabilmente avere servizi ad hoc, in grado di ottimizzare sia le conoscenze che le opportunita' di problem solving. Servira' un progetto operativo. Se sapremo fare tutto questo - e noi siamo convinti che sapremo e vorremo farlo - allora l' idea stessa di patrimonio culturale comune fara' registrare grandi progressi anche sotto un altro aspetto fondamentale: quello di saper testimoniare la capacita' di usare la cultura come strumento di sviluppo per una nuova civilta' nella convivenza mondiale, costruttiva ed efficace. In questa prospettiva l' Italia sta sperimentando da parte sua nuove e originali forme di protezione e di valorizzazione del nostro ingente patrimonio artistico. Stiamo cercando cioe' di migliorare grandemente sia la salvaguardia che il recupero dei nostri beni culturali, attraverso nuove forme di coinvolgimento dei cittadini e dei governi locali. Lo facciamo perche' abbiamo assoluto bisogno di nuove forze e di nuove risorse economiche. Ma lo facciamo anche per un' altra ragione: per la stessa storia dell' arte del nostro Paese. Che non e' mai stata una storia di un solo principe, di un solo stato nazionale, bensi' quella di mille iniziative di citta', di mecenati, di signorie, di principati. E allora per un patrimonio artistico che ha avuto mille padri vogliamo che possa tornare ad avere un futuro con centinaia, migliaia di guardiani rigorosissimi della nostra migliore tradizione nazionale''.



news

02-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 2 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news