LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BARI : Lavori contestati al Petruzzelli; il ministero processa il sovrintendente
RAFFAELE LORUSSO
10/08/2005 La Repubblica, BARI

Sovrintendente sotto accusa per le esternazioni sull'attuale progetto.

-----------------------------------------------------------------


CARTELLINO giallo per l'architetto Gian Marco Jacobitti.

Dopo essere stato rimosso dall'incarico di coordinare dei lavori di ricostruzione del teatro Petruzzelli, il sovrintendente regionale subirà un procedimento disciplinare.

Lo ha deciso il sottosegretario ai Beni culturali, Nicola Bono, d'accordo con il ministro Rocco Buttiglione, che non ha gradito le esternazioni dell'architetto.

La mossa era nell'aria da tempo. Il sottosegretario, che non esita a definire "inquietante" tutta la vicenda, ci aveva pensato già a giugno, dopo che le dichiarazioni di Jacobitti su presunte modifiche al progetto originario, nel consiglio di amministrazione della fondazione lirico-sinfonica Teatro Petruzzelli e Teatri di Bari.

Non ne fece nulla perché «avevo ritenuto lo scivolone causato dalle dichiarazioni al cda del Petruzzelli frutto di un errore di valutazione».
La lettera diffusa dal sovrintendente all'indomani della rimozione dall'incarico di coordinatore ha però fatto precipitare la situazione.

«L'insistenza dell'architetto Jacobitti sulle ipotesi progettuali nuove e diverse, che lo stesso definisce addirittura essenziali ai fini della corretta esecuzione dei lavori di ricostruzione, e soprattutto le sue gravi affermazioni nei confronti miei e del ministero — spiega il sottosegretario ai Beni culturali— mi costringono a un diverso atteggiamento, teso a salvaguardare il prestigio e l'onorabilità dell'organo politico del ministero».

Bono dice di non voler polemizzare con l'architetto Jacobitti.

«Non sarà certo la sua ultima esternazione a farmi cambiare metodologia», osserva. Il sottosegretario, tuttavia, non rinuncia a rendere note le ragioni della rimozione. «In primo luogo — spiega — il direttore regionale è stato rimosso dall'incarico di seguire la vicenda della ricostruzione del Petruzzelli, perché, a giudizio del ministero, ha operato in maniera disinvolta, senza il rispetto delle procedure e, soprattutto, senza fornire ogni doverosa informazione all'autorità politica centrale, che ha la responsabilità istituzionale di portare a compimento la ricostruzione».

La principale contestazione che viene mossa all'architetto Jacobitti è di aver cominciato a parlare di modifiche al progetto originario senza informare il ministero e senza riscontri oggettivi. «La prima volta in assoluto che il sottoscritto e, quindi, il ministero, ha avuto sentore di un'ipotesi diversa rispetto a quella progettuale — spiega il sottosegretario—risale a pochi giorni prima dell'inaugurazione del foyer e precisamente il 10 giugno, allorquando l'architetto Jacobitti ne fece menzione nel corso di una sua audizione al cda della fondazione. Immediatamente convocato a Roma, dame e dal direttore Nastasi, che aveva assistito in diretta a questa esternazione, l'architetto Jacobitti dichiarò che si trattava di "mere ipotesi migliorative", formulate su sollecitazione non si sa bene di chi, certamente non del ministero».

L'incidente sembrava superato. «Alle mie contestazioni sull'anomalia della procedura seguita e sulla sostanziale illegittimità di prevedere modifiche progettuali in corso d'opera — dice ancora il sottosegretario — lo stesso Jacobitti, alla presenza dell'architetto Soragni e del direttore Nastasi, dichiarò che effettivamente si trattava di ipotesi che effettivamente avrebbe comportato una revisione radicale del progetto e quindi una lievitazione conseguente dei tempi e dei costi relativi, tanto che anche lui riteneva inopportuno insistere su questa soluzione.

In quella circostanza, tra l'altro, osservai che si potevano ipotizzare anche delle decorazioni interne in oro zecchino e quindi, anziché di un maggior costo di 12 milioni di euro, si poteva parlare di 20 o anche di 30milioni in più, perché evidentemente al cosiddetto concetto di "miglioria", perseguito in modo astratto, ovviamente non c'è limite». A questo punto, conclude il sottosegretario, sarà fatta chiarezza. Fermo restando che l'impegno del ministero resta quello di ricostruire il teatro "com'era e dov'era".



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news