LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I capolavori di Rubens Grande successo per una mostra senza precedenti
09 AGO 2005 Corriere Adriatico






FERMO - Chissà cosa sarebbe stato del giovane Rubens senza quell'invito a recarsi a Fermo. Un passaggio che contribuì a farlo grande. Di certo, a Fermo l'artista dovette il suo riscatto. Un futuro a pieno titolo nella storia dell'arte grazie ad una sola opera realizzata qui, L'adorazione dei pastori. Dipinto a foltissimo impatto emotivo, in cui si concentrano gli studi dell'artista su Correggio, Tiziano, Caravaggio e che apre la strada al Barocco.
L'anno era il 1607. Rubens si trovava a Roma, preso dalle visite ai principali monumenti dell'Urbe, reduce da un insuccesso cocente, di quelli che rischiano di segnare per sempre. Aveva eseguito una pala d'altare però non pienamente apprezzata dai Filippini di Roma. Per consolare l'artista, il padre generale dell'Ordine, Flaminio Ricci, caldeggiò il nome del pittore fiammingo affinché eseguisse un dipinto per la chiesa filippina di Fermo.
Così avvenne. E l'opera segnò un'epoca, anche per la città, che oggi rende omaggio al
grande artista con una mostra senza precedenti: "Rubens da Fermo All'Europa. Capolavori dell'artista fiammingo a Fermo".
Non hanno dubbi Vittorio Sgarbi e altri storici: L'adorazione dei pastori ben rappresenta l'appartenenza di un artista e di una sua opera ad un distretto culturale, seppure
l'autore non sia nativo della città. Non unica opera presente all'esposizione, che unisce più opere del Rubens italiano. Altra grande attrattiva della rassegna è rappresentata dai tre arazzi concessi dal Museo Diocesano di Ancona. Elaborati su preziosi tessuti, raffigurano l’Istituzione dell'Eucarestia, la Resurrezione e l’Assunzione della Vergine. Restaurati alcuni anni fa da Claudia Kusch, sono oggi esposti accanto al-VAdorazione per testimoniare la versatilità dall'artista fiammingo e il suo ruolo nel rinnovare l'arte dell'arazzo, traghettando la produzione di Bruxelles verso un gusto teatrale di impronta barocca, caratterizzato da ampie scene dinamiche e magniloquenti.
Una mostra a forte impatto. Complice una mirata campagna di promozione, l'esposizione registra un flusso di visitatori senza sosta. Dal giorno dell'inaugurazione, il 10 luglio, allo scorso giovedì, sono state oltre 3 mila le persone salite nella Sala dei Ritratti di Palazzo dei Priori. E si attende il boom per ferragosto, anche a chiusura dell' attesa giornata di mezza estate, visto che la mostra è aperta in questi giorni fino alle 23.30. Mostra a forte impatto anche dal punto di vista mediatico. Più di 60 uscite nella carta stampata e più di 100 in siti Web e portali.



news

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

Archivio news