LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BARI: Beni culturali: l'architetto Vincenzo Zito ha lanciato un allarme.
Michele Palumbo
La Gazzetta del Mezzogiorno, NordBari, 09/08/2005

L'allarme Dopo la questione su piazza Catuma ora finiscono sotto accusa i lavori di restauro della Cattedrale

Poca attenzione ai beni culturali

L'archietto Zito denuncia la scarsa importanza data ai monumenti locali


Beni culturali: l'architetto Vincenzo Zito ha lanciato un allarme. E cio: in realt non c' molta attenzione per questo tipo di beni in citt e, dunque, non c' attenzione ed interesse per l'essenza stessa della citt. Questo concetto, i beni culturali - ha dichiarato Zito - per la nostra citt sembra non esistere. Ai beni culturali si guarda soprattutto, se non esclusivamente, in termini di folklore, vedi la Fiera di Aprile, di promozione turistica, vedi il festival "Castel dei Mondi", o di nostaglia di frammenti del passato, dopo che il passato stato ridotto in frammenti, come nel caso delle travi dipinte della chiesa di San Francesco. Del resto mai il Comune si fatto promotore di iniziative volte a favorire tra i giovani lo studio dei beni culturali, ad esempio con premi di laurea. Si pensi che Bari ogni anno bandisce ben dieci premi di laurea. L'architetto Zito, che in precedenza aveva esaminato la questione di piazza Catuma, questa volta ha affrontato il restauro della Cattedrale. Sono recentemente iniziati - ha spiegato Zito - i lavori in cattedrale. Secondo quanto comunicato dalla Diocesi si tratta essenzialmente della riapertura delle cappelle laterali e della sostituzione delle capriate di cemento armato della navata centrale con capriate di legno. Bisogna sapere che la nostra cattedrale, a seguito dell'ampliamento eseguito nel XV secolo, divenne una chiesa a tre navate con cappelle laterali ed ha conservato questa forma sino alla prima met degli anni '60. Durante il '700 la chiesa fu rivestita di sovrastrutture barocche che non alterarono la struttura generale. Con i restauri di quaranta anni addietro furono distrutte le sovrastrutture barocche e furono chiuse le cappelle laterali. La storiografia locale ancora oggi afferma che con tali lavori la cattedrale fu riportata alla forma originaria. Su questo punto, Zito non d'accordo: E fin troppo facile dimostrare la falsit ideologica di questo assunto, ma non questa la sede. Basti per sapere che i danni apportati alla chiesa durante questi restauri furono tali e tanti da far ritenere che, forse, non il caso di infliggere ulteriori ferite al sacro edificio. Infatti, la riapertura delle cappelle laterali, anche se finalizzata a riportare la chiesa ad una forma che effettivamente ha storicamente avuto, pone una serie di problemi di non facile soluzione. Quali sono questi problemi? La risposta di Zito: Le cappelle contengono decorazioni settecentesche in parte danneggiate dai lavori di restauro degli anni '60; poi: le finestre barocche esterne furono trasformate in oculi circolari. Non solo: oggi si presentano prive di altari, smontati e accatastati nel sotterraneo. Stando cos le cose, cosa si intende fare nelle cappelle? Forse si intende stonacarle e mettere a nudo le pareti? Mi auguro di no. Oppure si intende completare le decorazioni settecentesche danneggiate? In quest'ultimo caso come si pensa di raccordare questa parte settecentesca della chiesa con il testo dell'edificio che impropriamente fu ridotto tutto in pietra a vista? possibile ottenere dalla curia diocesana, magari attraverso il sito web, ulteriori informazioni? La conclusione di Zito: Si potr dire: i lavori sono eseguiti sotto il controllo della Soprintendenza ai beni architettonici, che garantisce sulla loro corretta esecuzione. Questo vero, come vero che anche i discutibili restauri degli anni '60, che ignorarono totalmente le prescrizioni della Carta Italiana del Restauro, furono eseguiti sotto il medesimo controllo. Chi ci garantisce, quindi, che questi lavori non saranno un ulteriore problema per la chiesa? Non opportuno aprire un dibattito su questo tema? Naturalmente, questa pagina pronta ad ospitare interventi e prese di posizione sulle tematiche affrontare e sui problemu sollevati.

09/08/2005








news

11-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news