LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MATERA-Patrimonio all'italiana: si parte da Matera
Paola Zanuttini
La Repubblica, 01/11/2017

Matera, sassi e chiese rupestri, sono patrimonio dell'umanità dal 1993 (De Agostini/ Getty Images)
Protetta dall'Unesco dal 1993, nel 2019 la città sarà anche la capitale europea della cultura. Come si sta preparando? Arrangiandosi con una certa dignità. Reportage fra selfie stick e grandi bellezze



La piccola babele delle città turistiche cè tutta. In un weekend di fine ottobre, per le strade e i vicoli di Matera aleggia quella consonanza di idiomi foresti che fa la gioia di ogni albergatore, ristoratore, direttore di museo o venditore di selfie stick. E, davanti alla vetrina di una merceria che espone un improponibile perizoma pancerato, esplodono dileggi in ogni italico accento. È ufficiale: con i vantaggi e i rischi che comporta, Matera è uscita definitivamente della marginalità. Chi dice di non esserci mai stato suscita meritati mormorii di disapprovazione.

Da vergogna nazionale, come Togliatti definì i Sassi in una visita nel 1948, a meta obbligata delle vacanze intelligenti e/o modaiole, la città deve tutto o quasi allUnesco che, nel 1993, ha dichiarato i Sassi Patrimonio mondiale dellUmanità. Anche la designazione a Capitale europea della cultura 2019 è una diretta conseguenza di quel bollino. Prima era una città che cominciava per Ma, come Macerata o Maratea, e quasi nessuno sapeva bene dovera sulla carta geografica dice Paolo Verri, direttore della Fondazione Matera 2019, che cura il programma artistico della manifestazione, intitolata Open Future e dotata, sulla carta, di 52 milioni di budget. Tutti italiani.

È stato lottavo sito italiano su 53: il primo al Sud. E lUnesco, cui oggi si rimprovera di fare politica ma come si può non farla, facendo cultura? ha svolto un ruolo terapeutico. Ha scosso lorgoglio, cancellato la vergogna, alzato la testa di questa piccola e antichissima città da 60 mila abitanti in gran parte ipogea, cioè sotterranea, scavata nella roccia per venire a patti con la siccità. E ha risvegliato la memoria: in quegli anni in cui i lucani di buona volontà come lurbanista Pietro Laureano, consulente dellUnesco per le zone aride, si impegnavano nel rileggere la storia di Matera e nel redigere i rapporti che hanno consentito di inserire i Sassi nella lista del Patrimonio, due architetti, Mattia Antonio Aciti ed Enzo Viti, intenti a risistemare la piazza che affaccia sul Sasso Barisano, scoprivano nella fase di scavo il Palombaro Maggiore. È unenorme, stupefacente cisterna realizzata ai primi dell800 nel secolare sistema di raccolta delle acque, caduto in disuso sotto il fascismo e dimenticato con la costruzione dellacquedotto e lo sfollamento dei Sassi negli anni 50. Qualcosa, sulla memoria sommersa e riemersa della città, il Palombaro Maggiore la racconta.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news