LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La vendemmia negli scavi di Pompei è la più bella del mondo (o poco ci manca)
di ANTONIO FERRARA
26 ottobre 2017 LA REPUBBLICA



Parte la raccolta di uve Piedirosso, Sciascinoso e Aglianico nei vigneti ripiantati dove crescevano ai tempi degli antichi romani.

"Un'icona della ricerca e della sperimentazione viticola ed enologica italiana nel mondo" la definisce Piero Mastroberardino, amministratore delegato dellazienda di famiglia, che è partner da 20 anni del Parco archeologico di Pompei. Mastroberardino parla dei vigneti reimpiantati a partire dal 1994 nelle aree verdi delle Regio I e II per unestensione di più di un ettaro, ripartito su 15 appezzamenti di diversa estensione e per una resa potenziale di 30 quintali di uva.


La vendemmia nel Vigneto del Triclinio Estivo e nel Foro Boario è stata preceduta da un brindisi con due bottiglie di Villa dei Misteri 2009. Autentici pezzi da collezione che - come spiega Piero Mastoberardino, che insegna Economia e gestione delle imprese alluniversità di Foggia - "sono destinati allalta ristorazione e agli amanti del vino di tutto il mondo: a Pompei produciamo dalle 1.000 alle 1.500 bottiglie allanno, proprio perché il progetto è focalizzato sulla vite e non sul vino". Le uve Piedirosso riempiono le cassette in legno, il rosso intenso degli acini si sposa con il giallo-verde delle foglie e il grigio delle murature antiche. Sullo sfondo, il Vesuvio. Una produzione unica la mondo, come unica è stata la possibilità di reimpiantare in maniera filologica viti negli stessi punti dove i pompeiani le coltivavano duemila anni fa, fino al giorno delleruzione del Vesuvio del 79 dopo Cristo. Proprio sul valore della ricerca insiste il direttore del Parco archeologico di Pompei, Massimo Osanna, che annuncia per il 2018 borse di studio "per la ricerca sui vigneti antichi. Questo progetto finora ha assicurato al settore tante nuove conoscenze: le borse sono riservate a chi si dedicherà allo studio e al confronto tra le tecniche di viticoltura moderna nellarea vulcanica e i metodi antichi".

Osanna ha voluto anche ricordare la figura di Annamaria Ciarallo che, da responsabile del Laboratorio di ricerche applicate di Pompei, volle più di 20 anni fa avviare la sperimentazione, attraverso lo studio degli acini carbonizzati rinvenuti nel corso degli scavi. "La collaborazione tra noi e lazienda Mastroberardino - spiega Osanna - segnò un momento pioneristico nel rapporto tra pubblico e privato nei beni culturali. Si è riproposta una modalità di coltivazione antica, si sono raccolti dati scientifici che hanno accresciuto le nostre conoscenze sulla viticoltura romana". E mentre Osanna ricorda il valore e il significato del vino nella cultura antica, come occasione di socializzazione e di comunicazione tra gli uomini, Piero Mastroberardino spiega come, accanto alle uve Piedirosso e Sciascinoso, da alcuni anni è stato introdotto negli scavi anche lAglianico.

"Dopo avere fallito qualche annata - dice - abbiamo capito che questa varietà di uva alle falde del Vesuvio, rispetto allIrpinia, per la consistenza del terreno e per il clima più caldo, esplode prima e quindi abbiamo adottato una coltivazione ad alberelli, per rendere più lenta la maturazione". Mastroberardino ha annunciato che finanzierà il restauro del triclinio in muratura che si trova nel vigneto omonimo: lo seguirà larcheologa Marialaura Iadanza, funzionaria responsabile del settore degli scavi dove ricadono i vigneti



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news