LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MURANO-Un albergo extralusso nell'ex fornace De Majo
Enrico Tantucci
La Nuova Venezia, 11/10/2017

La Leon srl di Torino investirà 37 milioni, sarà gestito dalla spagnola Nh. Il via al lavori entro qualche mese, è la seconda vetreria che diventa hotel.



In partenza a Murano i lavori per trasformare una delle grandi vetrerie dell’isola ora dismesse – la fornace De Majo, con l’adiacente ex vetreria Lag, anch’essa fallita e chiusa – in un nuovo grande albergo a 4 stelle superior, che sarà gestito dalla catena alberghiera spagnola Nh, la terza in Europa.

È stato infatti rilasciato in questi giorni il permesso di costruire dal Comune (dopo il via libero del Consiglio comunale di qualche mese fa) alla società Leon srl di Torino che si incaricherà della ristrutturazione e che farebbe capo a un gruppo di imprenditori veronesi e torinesi che nel 2014 hanno acquistato il complesso. I lavori – che dovrebbero durare circa due anni – dovrebbero dunque partire nel giro di qualche mese. Per Murano sarà la seconda fornace trasformata in hotel dopo il LaGare aperto tre anni fa, che con le sue 119 camere ha aperto le porte alle trasformazioni turistica dell’isola, parallela alla crisi galoppante del distretto del vetro.


Il primo intervento di riqualificazione riguardante l’ex De Majo, in Fondamenta Navagero prevede la realizzazione di un albergo con 238 posti letto, un bar, un ufficio con sala riunioni, un negozio, due aree relax, un ristorante ed una sala conferenze. Nel secondo complesso, in Fondamenta Sebastiano Santi, utilizzato dalla ditta Lag (Lavorazione artigiana gocce) fin dal 1963 per la lavorazione del vetro, sarà realizzato un albergo con 75 posti letto, una hall con reception, un punto ristoro con sala colazione. Nell’area adiacente l’ex fornace, sarà inoltre allestita un’area verde pubblica, assicurando da parte dei committenti anche la manutenzione del Parco Navagero, secondo gli accordi raggiunti con il Comune. Entrambi gli interventi, saranno appunto realizzati dalla Società Leon srl, per un valore di 37 milioni di euro.

L’ex fornace De Majo, in Fondamenta Navagero, utilizzata fin dagli anni ’50 come industria per la lavorazione del vetro e la produzione tradizionale dei lampadari veneziani, dispone di 17 corpi di fabbrica per una superficie coperta di oltre 4 mila metri quadri.

Era andato all’asta agli inizi di aprile – nel quadro della messa in liquidazione della De Majo Illuminazione srl, la società dell’ex presidente muranese degli industriali del vetro di Confindustria Lucio De Majo – anche l’intero capitale sociale della società Maestri Muranesi srl, che aveva in «pancia» la fornace e la vetreria di Sacca Serenella dove la società di De Majo svolgeva la propria attività.

La storica fornace, quella aperta dal fondatore Guido De Majo, a Sacca Serenella è chiusa da tempo e i tredici dipendenti muranesi sono a casa.

Nel frattempo, comunque, l’ex presidente degli industriali del vetro ha creato una nuova ditta, la D.M. Illuminazione srl, che ha preso in affitto d’azienda una parte della società poi fallita, quella di Mirano. La De Majo Illuminazione, infatti, ha due sedi, quella di Murano, a Sacca Serenella, con la fornace dove si producevano gli oggetti in vetro, in particolare lampadari, e quella di via Galilei nella zona industriale di Mirano, destinata ai settori commerciale e design. E l’affitto d’azienda, che occupa una ventina di dipendenti, riguarda proprio e solo la sede di Mirano. In questo modo, però, la De Majo non produce più vetro nell’isola di Murano.

Eppure la De Majo illuminazione poteva vantare una grande tradizione, che nasce nel lontano 1947. De Majo per decenni ha proposto soprattutto lampade e lampadari di design in stile sia classico che moderno per arredare gli spazi della casa con pezzi di illuminazione raffinati elaborati in vetro di Murano e prodotti da più di 60 anni nell’isola.

Con il fallimento della società e la vendita della fornace, il futuro ora è diventato l’ennesimo albergo di lusso in laguna.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news