LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'Auditorium di Ravello un pasticcio
Paolo Desideri
La Repubblica, 01/08/2005


NEL sito del Comune di Ravello sono in mostra i disegni che Oscar Niemeyer ha eseguito per il contestato auditorium che il Comune vorrebbe realizzare. Sono schizzi di straordinaria bellezza grafica, di grande sensibilit spaziale, pervasi di una forza poetica che rimanda agli schizzi di alcuni dei grandissimi del secolo passato come Le Corbusier.
Ma nonostante il pregio di quelle carte, che da architetto apprezzo moltissimo, mi resta la convinzione che l'auditorium di Ravello sia un provinciale pasticcio italiano. E non perle ragioni addotte da quanti, come ItaliA Nostra, hanno bocciato l'iniziativa fino alle estreme conseguenze del ricorso alla magistratura amministrativa, invocando l'immodificabilit dello strumento urbanistico che non prevede, a Ravello ed in quella delicatissima condizione ambientale, la realizzazione di un auditorium.
Non mi sembra questo il punto: un Prg uno strumento che ammette per definizione procedure di modifica. Ma un progetto cos delicato, con cos tanti problemi da affrontare e da risolvere, che miri a lasciare sul campo una architettura di qualit, non pu esaurirsi nel contributo -felice, anzi felicissimo - del solo segmento progettuale rappresentato dallo schizzo, cio da quello che in linguaggio degli architetti si chiama concept.
In tutti i progetti complessi, indipendentemente dalla loro dimensione, la forma deve essere in grado di mettere in equilibrio i tanti conflittuali problemi posti dal contesto prima e dalla fisicit della costruzione poi. Problemi legati alla scala territoriale, urbanistica ed ambientale; problemi legati al traffico e ai parcheggi; all'idrogeologia ed alle fondazioni; all'inquinamento acustico ed a quello luminoso; al raccordo con le reti locali e sovralocali. Eppoi problemi di carattere costruttivo; strutturale; impiantistico; di cantierizzazione; di benessere ambientale e climatico. Problemi, tutti, che producono continui feed back sul progetto. Variabili, tutte, che la forma finale del progetto deve essere in grado di tenere in miracoloso equilibrio.
Un processo lungo, che non ammette scorciatoie, che il progettista deve avere la possibilit di controllare integralmente. Un processo che impone una torsione dell'orizzonte poetico del progetto, in cui tutta la creativit deve essere spesa a ricercare le forme, appunto, di un possibile equilibrio tra le tante conflittuali variabili presenti sul campo, attraverso il confronto serrato con i contesti, con gli attori amministrativi, con le tecniche costruttive. Qualcosa di molto pi complesso di uno schizzo, magari magistrale, ingegnerizzato a valle dalle mani di qualcun altro.
Credere che sei straordinari schizzi bastino per risolvere questo percorso paziente e sapiente che si chiama progetto, vuoi dire svilire il ruolo dell'architetto, riportandolo pericolosamente alla deriva nella quale l'anomalia italiana degli anni settanta ed ottanta lo aveva confinato. Ricordate il modello Italstat? Uno schizzo iniziale di un maestro (Rossi, Tange) disposto a sgombrare rapidamente il campo per subire l'oltraggio di essere realizzato dalle mille mani dell'Ente: la macelleria dell'architettura. Se proprio volete un auditorium a Ravello, non imboccate scorciatoie avvilenti, non alimentate equivoci massimalisti sull'onnipotenza predittiva dello schizzo facile: chiedete un progetto a Niemeyer, a partire dalla variante di PRG sino al progetto esecutivo, non uno schizzo. Ha novantaquattro anni, vi- I ve in Brasile, ma sono certo che di suo avrebbe l'ostinazione sufficiente a non sgombrare il campo.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news