LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA-Richieste risorse per 1000 nuove assunzioni nel MiBACT? Intanto assumete i vincitori del concorso per 500 funzionari
Sonja Moceri
http://emergenzacultura.org, 12/10/2017

Diamo atto al ministro Franceschini di aver trovato le risorse per bandire, a nove anni dallultimo, un concorso per lassunzione a tempo indeterminato di 500 funzionari da inquadrare nei nove profili professionali che pur caratterizzando in modo peculiare la natura tecnico-scientifica del MiBACT, risultano fra quelli cronicamente più carenti di personale: antropologo (5 posti), archeologo (90 posti), architetto (130 posti), archivista (95 posti), bibliotecario (25 posti), demoetnoantropologo (5 posti), promozione e comunicazione (30 posti), restauratore (80 posti) e storico dellarte (40 posti).

Diamo ancora atto al ministro di aver firmato il provvedimento con cui, fra vincitori e idonei, salgono a 71 i funzionari assunti in tre dei nove profili messi a bando (antropologo, bibliotecario e demoetnoantropologo) con lobiettivo di raddoppiare le assunzioni dai 500 inizialmente previsti ai mille per i quali il ministro intende chiedere copertura finanziaria nella prossima legge di bilancio.

Purtroppo, come si sa, la strada per linferno è lastricata di buone intenzioni e la situazione effettiva dei vincitori del concorso bandito nel maggio 2016 risulta ad oggi ben diversa dalla narrazione ottimistica dei comunicati stampa. Prendiamo ad esempio gli archivisti, la cui commissione esaminatrice ha completato i lavori in tempo record consentendo alla commissione interministeriale Ripam di approvare la graduatoria finale di merito già il 12 giugno scorso.

Dopo aver scelto le sedi di assegnazione mediante la compilazione online di un modulo Google che avrà pure agevolato lAmministrazione nellelaborazione dei dati immessi ma non ha fornito ai compilatori quelle garanzie di equità e trasparenza che una fase così delicata della procedura concorsuale avrebbe richiesto, il procedimento di assunzione si è inspiegabilmente bloccato. Così, mentre gli antropologi e i bibliotecari sono entrati in servizio a luglio, percependo lo stipendio e maturando contributi e anzianità di servizio, gli archivisti sono ancora in panchina senza una motivazione ufficiale da parte dellAmministrazione, né tempi di attesa certi.

Oltre a provocare una comprensibile perdita di entusiasmo e di motivazione, questo prolungato stato di incertezza professionale sta avendo, come ovvio, una pesante ricaduta personale sui soggetti direttamente coinvolti e sulle loro famiglie. Chi al momento è senza occupazione (e senza stipendio) non sa se smettere o continuare a cercarne una, i liberi professionisti sono indecisi se accettare nuovi lavori o affrettarsi a chiudere quelli in corso, i (pochi) lavoratori dipendenti non sono nella condizione di pianificare alcuna attività di medio-lungo periodo e anzi temono di non riuscire a presentare il preavviso di dimissioni nei termini di legge con il rischio di ritrovarsi senza stipendio nel passaggio dal vecchio al nuovo lavoro.

Comprendiamo le molte difficoltà di gestione di una procedura complessa come quella concorsuale, aggravata dalla immancabile pioggia di ricorsi e dalla urgenza di conciliare le esigenze dellAmministrazione con quelle pure legittime dei vincitori e degli idonei. Se almeno ci fosse una comunicazione ufficiale che spieghi le ragioni del ritardo e fissi un termine ultimo di assunzione, queste generazioni già duramente segnate da anni (in alcuni casi decenni) di lavoro precario, potrebbero finalmente uscire dal limbo dellincertezza e ripensare la propria esistenza nella prospettiva di contribuire attivamente, allinterno della cornice istituzionale in cui hanno saputo collocarsi, alla rigenerazione di un settore importantissimo del nostro Paese.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news