LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torino, la Fondazione per il libro verso la liquidazione Il Salone gestito dai privati
Sara Strippoli
05 ottobre 2017 LA REPUBBLICA



Dopo i rilievi della Corte dei Conti e l'inchiesta della Procura sul valore del marchio, Comune e Regione cercano la via d'uscita: la direzione culturale resta a Nicola Lagioia, l'organizzazione affidata a un bando pubblico

TORINO

Sono passati 23 anni dalla nascita della Fondazione per il Libro, la Musica e la cultura di Torino. Allora le ambizioni erano grandi e la scommessa importante: realizzare la più grande Fiera libraria italiana. Dopo anni travagliati, inchieste e polemiche per i numeri gonfiati degli spettatori, è arrivato il tempo di tirare le somme e mettere un punto dal quale ripartire. Ora la Fondazione che organizza il Salone del Libro - la bookfair che lo scorso anno ha dimostrato di saper reagire alla competizione di Milano, avere numeri e qualità per surclassare la neonata Tempo di Libri - potrebbe andare in liquidazione. La decisione sarà presa nei prossimi giorni - il 19 ottobre ci sarà l'assemblea dei soci - ma dopo giorni di trattative, incontri e riflessioni su ipotesi diverse, la strada che il Comune di Chiara Appendino e la Regione di Sergio Chiamparino pensano possa consentire di uscire dall'impasse è una divisione di ruoli: l'attività culturale resterà saldamente nelle mani degli enti pubblici; quella gestionale sarà esternalizzata attraverso un bando pubblico. Il direttore del Salone Nicola Lagioia coordinerà il progetto culturale e saranno il Circolo dei Lettori di Torino, insieme con la Fondazione per la cultura, che in città organizza Biennale Democrazia e che per molti altri eventi lavora per le sponsorizzazioni, i "contenitori" individuati per realizzare la prossima edizione di maggio. C'è ancora qualche margine per pensare che la Fondazione possa sopravvivere: Nulla è ancora definito e in ogni caso - spiega il vicepresidente Mario Montalcini - la parte gestionale sarà affidata a un privato. L'obiettivo di Comune e Regione è assicurare stabilità economica per il 2018 e per gli anni a venire. Si attende ancora il piano industriale, ma la notizia che il marchio del Salone del Libro oscilla fra un minimo di 105 mila euro e un massimo di 215, ha affievolito le speranze di poter proseguire con l'agonia economica degli ultimi tempi. La differenza rispetto alla valutazione del marchio iscritta negli ultimi documenti contabili, 1.160mila euro, è enorme. Nel 2009 la stima evidenziava i gigantismi del passato: 1 milione e 800mila euro. Con lo scudo di un valore così alto sulle spalle, i conti tornavano, si potevano evitare i controlli della Corte dei Conti e gli enti pubblici potevano ricapitalizzare. Un punto che ha attirato anche l'attenzione della Procura nell'ambito dell'inchiesta per falso in atto pubblico che è ancora in corso con 19 persone indagate. Per questo la decisione di Appendino e Chiamparino di fare definitivamente chiarezza commissionando una nuova perizia. Ora i soci della Fondazione torinese sono rimasti Comune, Regione e Intesa San Paolo. La scorsa settimana i ministri dei Beni culturali Dario Franceschini e dell'istruzione Valeria Fedeli hanno comunicato che intendono uscire dalla governance, mantenendo tuttavia il sostegno e il contributo economico, 600mila euro all'anno.

Torino ritiene di aver individuato il percorso per chiudere con i problemi del passato. Per la prima volta nell'organizzazione del Salone entreranno anche i 200 editori che lo scorso anno, per sostenere il Salone di Torino nella battaglia con Milano, hanno costituito l'Associazione amici del libro. Il presidente della Fondazione per il libro Massimo Bray è ottimista: A Torino faremo un grandissimo Salone del libro. E il vicepresidente Mario Montalcini annuncia l'interesse degli industriali piemontesi: Pensiamo con assoluta tranquillità di poter gestire i problemi di bilancio.







news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news