LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bologna - Vecchi canali della seta «Presto diventeranno monumento nazionale»
di Chiara Affronte
06/08/2005 L'Unità Bologna


Tutto pronto per riconoscere il loro valore artistico
«In futuro si procederà anche al recupero dei porti collegati»
/

MONUMENTI NAZIONALI Anche Bologna, con molte probabilità, ne avrà uno. E sarà il suo originale sistema delle acque: lo stesso che nel Cinquecento l’ha resa la quinta potenza in Europa. «Non è stato ancora tutto formalizzato, ma la Sovrintendenza per i beni artistici regionale ha dimostrato parere positivo», spiega Pier Luigi Bottino, dirigente dell’Area saperi ed economia del Comune di Bologna. Che non nasconde un certo «vanto» per essere stato uno dei fautori della riscoperta di questo patrimonio. «La documentazione è pronta», aggiunge il tecnico del Comune. Capitale della seta e importante via commerciale, collegata addirittura con Amburgo, Bologna aspetta, quindi, di avere il suo primo monumento nazionale. L’assessore Angelo Guglielmi aveva comunicato già qualche tempo fa che l’istruttoria per vedere riconosciuto questo valore era già in corso, insieme a quella, dall’iter più complesso, per far diventare il sistema dei portici di Bologna (lungo 35 chilometri) patrimonio dell’umanità. L’iter per queste procedure segue, infatti, più tappe: il progetto va inoltrato alla Sovrintendenza regionale (informalmente l’approvazione c’è già stata), che a sua volta fa richiesta alministero per iBeni culturali, il quale, «di solito, tiene conto del parere - positivo o negativo - dell’ente locale» per poi dare la sua definita approvazione. Solo una questione di tempo, quindi, e, fra un mese circa, Bologna avrà finalmente il suo meritato monumento nazionale. «Il sistema delle acque di Bologna, costruito intorno alla fine del 1100, è lungo una trentina di chilometri (67 contando i canali interrati) ed è molto originale: i bolognesi, infatti, usavano mettere gli opifici lungo le derivazioni dei canali, e non a ridosso dei canali stessi, creando in questo modo una rete fittissima, giunta a noi integra», spiega Bottino.

In seguito, dopo l'epoca d’oro di Bologna capitale della seta, con l’introduzione delle locomotive e poi delle macchine, nessuno pensava più di utilizzare l’acqua per fini commerciali: «I canali divennero fogne, e, nessuno, per questomotivo, pensò di costruire nei loro pressi », prosegue Bottino. Così, «dopo la bonifica e la realizzazione del depuratore e della rete fognaria che scorre parallelamente ai canali, ci siamo trovati, come per magia, davanti a corsi per la maggior parte ricchi di acqua piovana, pulita». «Motivo questo - conclude il dirigente comunale - per cui la riscoperta dell’intero sistema ha un valore artistico, culturale, storico, architettonico e turistico, che stiamo cercando di valorizzare, costruendo eventi teatrali e percorsi naturalistici che permettano ai cittadini di usufruire di questa risorsa». In futuro, quando tutto l’iter sarà andato a buon fine, l’idea è di «recuperare i vecchi porti (Corticella, Galliera, Maccagnano, Battiferro, Salara)» che, insieme ai sostegni, sono una ricchezza artistica per la città e per il paese.



news

21-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news