LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma avrà il museo della Shoah
di Davide Sfragano
05/08/2005 L'Unità


Approvata ieri all’unanimità la delibera per acquisire l’area a Villa Torlonia
Dal Campidoglio via libera anche al recupero di 45 borgate abusive condonate


ULTIMA SEDUTA del consiglio comunale capitolino prima delle vacanze estive con l’approvazione di delibere importanti. «La decisione sul museo della Shoah ha un rilievo storico per la nostra città», dice il sindaco Veltroni



Con tre delibere votate all'unanimità dall'intero consiglio comunale capitolino, poco prima della pausa estiva, ieri l'amministrazione Veltroni ha approvato tre progetti che contribuiranno a cambiare in modo incisivo il volto della Capitale. Il museo della Shoah a Villa Torlonia, che verrà realizzato in collaborazione con la comunità ebraica romana, e sorgerà in un luogo non casuale, nelle vicinanze di quella che fu dal 1925 al 1943 la residenza privata di Benito Mussolini. Conla delibera sui toponimi, poi, il Comune di Roma porterà luce, acqua, fogne, gas e altri servizi essenziali a 45 quartieri della periferia e quindi, a circa 100mila romani, integrando così nella città tutte quelle borgate sorte abusivamente e sanate con il condono del 1994. E poi la cittadella dello sport a Tor Vergata, che sarà pronta per i mondiali di nuoto del 2009, assegnati da poco alla Capitale.

«L'ATTO con cui il Consiglio comunale ha approvato la permuta che permette l'acquisizione dell'area su cui verrà realizzato ilMuseo della Shoah ha un rilievo storico per la nostra città». Così il sindaco di Roma, Walter Veltroni, ieri ha commentato il via libera dell’aula

Giulio Cesare alla realizzazione del museo in memoria della persecuzione nazifascista degli ebrei, che sorgerà in un'area di 3000 metri quadrati nei pressi di Villa Torlonia, in prossimità delle uniche catacombe ebraiche in suolo pubblico, con le quali sarà collegato. Un edificio che disporrà, secondo la volontà della Comunità Ebraica romana, di grandi schermi che riporteranno racconti, immagini e testimonianze dei sopravvissuti allo sterminio nazifascista. Secondo i programmi del Campidoglio, per settembre dovrà essere approvata una delibera di progettazione e di realizzazione del progetto. Quindi, nel giro di 18 mesi, la costruzione del museo. Il valore finanziario della permuta approvata dal consiglio è di circa 16 milioni di euro. IlMuseo della Shoah, invece, avrà un valore di circa 6milioni di euro. «Un nuovo, fondamentale, luogo della memoria si aggiungerà a quelli che richiamano gli anni più oscuri della storia di Roma e di tutto il Paese e le terribili sofferenze che, negli anni del fascismo e della guerra e sotto l'occupazione nazista, furono inflitte agli ebrei romani » ha osservato Veltroni. «Il Museo, inoltre - ha continuato il sindaco - richiama con l'edificio in cui abitò Mussolini, la memoria di quel periodo di dittatura e di lutti che sarebbe culminato prima nella persecuzione e poi nella deportazione e lo sterminio di gran parte della comunità ebraica romana». Grande soddisfazione per il provvedimento è stata espressa naturalmente anche dalla comunità ebraica romana, in particolar modo «per il voto avvenuto all'unanimità, senza alcuna astensione o voto contrario».Ma oltre al museo della Shoah, un altro provvedimento importantissimo approvato ieri dal consiglio comunale è la delibera sui toponimi, definita, anch’essa, da Veltroni «un fatto storico ». «L'avvio dell'ampia manovra di perimetrazione dei nuclei abusivi condonati - ha spiegatoVeltroni - fa entrare nel Piano regolatore 45 quartieri della periferia e fa partire i piani urbanistici e le opere pubbliche per 100 mila romani. I 45 nuovi nuclei e i successivi 36 che saranno approvati entro 180 giorni saranno nuovi quartieri e non più borgate». Insomma, per usare uno slogan del sindaco, «le periferie sono al centro della città». E poi ancora, sempre ieri, è stata approvata la realizzazione della Cittadella dello Sport a Tor Vergata, in vista dei mondiali di nuoto del 2009 che si svolgeranno a Roma. Così che, come ha sottolineato l'assessore Morassut, «un quadrante di periferia tra i meno dotati di impianti sportivi e fuori dal raccordo, disporrà, anche per la fruizione sportiva pubblica di due piscine scoperte, due coperte, una per i tuffi e una per la pallanuoto, una pista di atletica, un palazzo per basket e pallavolo, impianti all'aperto per calcio, calcetto e tennis, parcheggi e servizi per l'accessibilità ». Infine, sempre ieri, il consiglio comunale ha anche approvato il progetto di realizzazione del nuovo mercato di Testaccio, che sorgerà davanti l'ex mattatoio, lasciando cosi il via libera al progetto di riqualificazione di piazza Testaccio, che così tornerà nuovamente un luogo d'incontro come ai primi del '900.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news