LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Polveriera abusivismo l'altol della Regione "Nessuno imiti Bagheria"
EMANUELE LAURIA
23 settembre 2017 LA REPUBBLICA






Stop al regolamento sull'abusivismo edilizio di Bagheria. L'atto approvato a giugno dal Consiglio comunale, finito al centro della bufera che ha investito l'amministrazione grillina della cittadina alle porte di Palermo, viene pesantemente censurato dalla Regione. Con una diffida firmata da Carmelo Frittitta, il dirigente generale del dipartimento Urbanistica (che ha potere di vigilanza e controllo sull'attivit dei Comuni), l'ente bagherese viene invitato a cancellare le parti del regolamento che sono ritenute contrarie alla legge. In particolare viene definito fuorviante e ai limiti della legittimit la norma per la quale si pu concedere il diritto ad abitare la casa abusiva non solo a chi ha commesso l'illecito ma anche ai parenti in linea retta, celibi o nubili, sposati e in unioni di fatto, nonch ai figli (parenti in linea retta), sposati o coppie di fatto, occupanti unit immobiliari autonome dello stesso fabbricato. Un diritto esteso, scritto ancora nel documento della Regione, agli eredi. La Regione si dotata di un parere dell'Avvocatura dello Stato che afferma che la legge regionale, su questo aspetto, non pu essere estesa con un'interpretazione analogica.

E c' il sospetto, contenuto in un esposto del coordinatore dei Verdi Angelo Bonelli (uno dei quattro da cui trae le mosse la diffida), che questa norma possa favorire proprio il sindaco Patrizio Cinque, che vive in un'abitazione di famiglia all'interno della zona tutelata di Villa Serradifalco. La scorsa settimana il candidato governatore Giancarlo Cancelleri e il candidato premier Luigi Di Maio avevano affermato che la casa di Cinque era stata sanata . Ma la soprintendente ai Beni culturali di Palermo Maria Elena Volpes, interpellato da un giornalista della trasmissione "Piazzapulita", ha risposto cos: Noi non abbiamo dato alcuna sanatoria. Il padre del sindaco ha presentato una richiesta. Abbiamo scritto da molto tempo al Comune perch abbiamo bisogno che si esprima su alcune cose. Senza le risposte chieste al Comune non possiamo dare seguito all'istanza.

La Regione sceglie il pugno duro. E lo fa nei confronti di tutte le amministrazioni dell'Isola. In una circolare partita ieri e inviata anche alle procure, ancora il dirigente generale Frittitta chiede ai sindaci di adempiere entro 60 giorni alla legge che prevede le demolizioni e le sanzioni pecunarie per gli abusivi, pena il commissariamento. Da una verifica effettuata attraverso il nostro sistema informativo dice Frittitta ci risulta che un centinaio di Comuni non ha trasmesso i dati sulla repressione degli abusi.

Ma Bagheria il casus belli. La diffida del dipartimento Urbanistica della Regione porta la data del 19 settembre, dunque precede di un giorno la notizia della maxi-inchiesta della procura di Termini Imerese sul sindaco Cinque e su altri 16 fra amministratori e burocrati, che riguarda anche l'abusivismo. Cinque indagato per rivelazione di atti d'ufficio e rifiuto di atti d'ufficio: sul suo capo pesa l'accusa di avere informato la sorella e il cognato (anche loro residenti in una casa abusiva) dell'avvio di un procedimento a loro carico, e di avere rallentato l'iter dell'istruttoria.

Nelle intercettazioni su cui si fonda il provvedimento del gip, che ha disposto l'obbligo di firma per il primo cittadino, si sente Cinque criticare aspramente l'ex dirigente del settore Urbanistica Enzo Aiello, ai tempi responsabile della repressione degli abusi, per la decisione di applicare sanzioni troppo pesanti: Sta dando ventimila euro a tutti, secondo me una follia, perch non fai duemila, scusa? La vogliamo vedere questa cosa?, chiede Cinque al suo assessore Maria Laura Maggiore. L'intercettazione del 30 aprile 2016. Ci che in pochi conoscono il seguito di questa storia: il 25 luglio dello stesso anno, meno di tre mesi dopo quelle parole, il sindaco avvier un procedimento disciplinare nei confronti di Aiello, che sar poi sospeso e trasferito ad altro incarico.

L'ingegnere Aiello stato anche denunciato con la motivazione ufficiale di non avere ottemperato alle demolizioni nel 2010 e nel 2016. La sospensione stata poi revocata e si in attesa di un giudizio di appello. E il dirigente che voleva multe troppo care? finito alle dipendenze del geometra Onofrio Lisuzzo, indagato per ripetuti reati di turbativa d'asta, il "fedelissimo" di Cinque cui stato inflitto il divieto di dimora a Bagheria. Una strana legge del contrappasso.




news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news