LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA-Trinit de Monti, scalinata gi sporca un anno dopo il restauro
Lilli Garrone
Corriere della Sera-Roma, 18/09/2017

Nel settembre 2016 fu riconsegnata alla citt: oggi sul travertino macchie nere e sporcizia


Mozziconi spenti a centinaia. Gomme americane schiacciate sul travertino non pi splendente. Cartacce un po ovunque. E - come dabitudine - qualche turista che tenta di bere, mangiare, o gustare un gelato seduto sui gradini pi famosi del mondo. passato esattamente un anno da quando la Scalinata di Trinit dei Monti stata riconsegnata alla citt dopo un lungo restauro (i lavori erano iniziati il 7 ottobre del 2015) e una spesa di un milione e mezzo di euro pagati dalla Maison Bulgari. Il bianco di un anno fa sparito. Anche se i vigili controllano con grande attenzione e si muovono costantemente sulla gradinata. Il degrado della scalinata tornato come prima - ammette Gianni Battistoni, storico leader di via Condotti - solo meno evidente perch si saldato al crescente e drammatico degrado del Tridente, ridotto ormai a forte Apache circondato dai pullman turistici invece che dai pellerossa. Tutto questo con il totale disinteresse del Campidoglio. Le cose non sono cambiate, le condizioni della Scalinata sono sempre le stesse - aggiunge il titolare dellhotel Hassler Roberto Wirth -. Lo dico da sempre, lo ripeto da anni: non viene fatto nulla per risolvere la questione. inutile parlare, i fatti non ci sono. Io per sono qui e se la sindaca volesse fare qualcosa per rendere la Scalinata di piazza di Spagna il biglietto da visita di Roma io non mi tirerei indietro. Appena terminato il restauro Roberto Wirth aveva proposto lapplicazione di grandi cartelli in pi lingue per spiegare cosa si pu e non si pu fare: non si sono mai visti.

E se su Trinit dei Monti gli occhi dei vigili sono sicuramente puntati, intorno tutto un bivacco. Si mangia la pasta seduti intorno alle aiuole dei giardini, lungo i marciapiedi che fronteggiano la gradinata di fronte le vetrine delle griffe pi famose, ovunque. I divieti non ci sono (neppure le panchine, che sono solo quattro) e allora c libert di mangiare, bere, sporcare. Il crollo del livello turistico impressionante - aggiunge Gianni Battistoni -. Bisogna obbligare a consumare i cibi dentro le strutture: invece in via della Croce si vendono le vaschette di plastica con la pasta a 4 euro. A Milano tutto questo non succede. Chi abita in piazza di Spagna e la osserva giorno dopo giorno ammette che i controlli ci sono, due vigili in divisa fanno avanti e indietro sempre - racconta Carla -. Ma chi rispetta poco questa seconda fase della Scalinata sono le grandi forze economiche, le firme che si aprono sulla piazza. Per le manifestazioni sono stati utilizzati macchinari e grandi gruppi elettrogeni che hanno macchiato i gradini in tanti punti, come se fosse colato petrolio. Non sono stati puliti, ci sono macchie nere. Nellottobre 2016 lassociazione abitanti centro storico - ricorda Viviana Di Capua - realizz e distribu un volantino in sette lingue che elencava divieti e modalit di comportamento nei confronti di un bene cos prezioso. I turisti dovrebbero solo ammirarla e rispettarne la bellezza monumentale, invece triste constatare una negligente inosservanza dei pi elementari principi del rispetto dei luoghi.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news