LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE - BIANCONE: Trentadue secondi per mutilare la statua
04-08-2005 L'Unità


Polemiche per i controlli sulle opere d’arte. I vigili urbani: «Siamo intervenuti dopo soli due minuti»


GRANDE E INUTILEFRATELLO12 telecamere non bastano a salvare Piazza della Signoria dai vandali. L’episodio di ieri notte, 32 secondi di idiozia distruttiva, probabilmente causata dai fumi dell’alcol, che ha causato la mutilazione della statua del Nettuno dell’Ammannati, la dice lunga su quanto il sistema di sorveglianza attualmente in funzione sia in grado di proteggere una delle piazze più preziose del nostro patrimonio artistico. Dalle 3 23 minuti e 20 secondi alle 3 23 minuti e 54 secondi un giovane di 28 anni, identificato ieri pomeriggio, ha potuto scavalcare la recinzione che protegge la statua, tentare di scalarla e staccarne una mano a cui si era aggrappato, senza che le forze dell’ordine o i vigili urbani riuscessero ad intervenire in tempo per impedirgli di agire. Il ragazzo si è ferito cadendo, ma è riuscito ugualmente ad andarsene indisturbato con il fratello. I vigili urbani di Palazzo Vecchio, che hanno visto sui monitor quello che stava accadendo, sono arrivati ai piedi del Nettuno dopo un minuto dall’inizio della scalata: hanno potuto solo constatare il danno e vedere i due giovani che si allontanavano in via Calzaioli.

Il loro intervento è però servito a raccogliere immediatamente 4 testimonianze, che si sono rivelate fondamentali per l’identificazione del colpevole. Due sono quelle delle guardie giurate della Globo, di sorveglianza alla Loggia dei Lanzi, che incredibilmente non si sono accorte del distacco della mano e della gravità dell’accaduto: dopo aver intercettato i due, credendo che la scalata non avesse fatto danni, li hanno lasciati andare, con una ramanzina. Dopo circa due minuti è arrivata anche la pattuglia dei vigili che poco prima aveva fatto il giro della piazza, allertata dalla centrale, a sua volta avvertita dai vigili di Palazzo Vecchio. Il responsabile è stato individuato ieri: ha 28 anni, è originario di Empoli, ma domiciliato a Scandicci. Le testimonianze raccolte hanno fornito informazioni sul colore degli abiti e sulla corporatura, ad integrazione dei filmati. E dopo aver allertato gli ospedali, le forze dell’ordine hanno rintracciato il giovane, che si era fatto medicare al Pronto soccorso di Torregalli.

Un ulteriore controllo sui prelievi effettuati ai bancomat nei dintorni di piazza della Signoria ha confermato la presenza del giovane, che aveva trascorso la serata in un pub vicino e ritirato dei soldi poco prima dell’episodio.

Per il sindaco Domenici «Piazza Signoria è un luogo molto sorvegliato ma in questomomento il controllo del territorio ha soprattutto finalità antiterrorismo. È di tipo dinamico. Dobbiamo rafforzare la sicurezza dei monumenti con un servizio specifico e con l’assessore Siliani abbiamo deciso di mettere a punto un piano in questo senso, per sorvegliare alcuni luoghi della città anche nelle ore notturne. In piazza Signoria partirà stasera stessa». E sull’urgenza dimettere a punto la sicurezza la polemica è scoppiata subito. Qualcuno assume toni leghisti e si lancia nella richiesta di «ronde continue durante la notte». Forza Italia arriva addiruttura ad attribuire «la responsabilità morale e politica dell’episodio vandalico al sindaco e all’amministrazione comunale» (Toccafondi e Amato). Per Perini (Margherita)invece «l’amministrazione comunale deve prendere provvedimenti, ma è importante che i cittadini condividano il sentimento di protezione della città ». E mentre la prefettura esprimeva soddisfazione per lo spirito di collaborazione tra istituzioni, dal capogruppo Ds in consiglio comunale, Ugo Caffaz, arriva una reazione secca agli strilli dell’opposizione: «Parlare di responsabilità morale e politica mi sembra veramente fuori luogo. Uno dei problemi di Forza Italia è farsi prendere la mano dal linguaggio: è ridicolo e strumentale attibuire responsabilità che non ci sono. L’unico atteggiamento corretto è quello di una grande solidarietà tra le forze politiche».



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news