LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

"Via i bus dal parco" Il soprintendente boccia il Comune sul blitz all'Acquasola
STEFANO ORIGONE
LA REPUBBLICA 16 settembre 2017



LA Soprintendenza "cancella" i nuovi posteggi per i bus turistici tracciati dal Comune all'Acquasola. Sono state commesse delle violazioni: quella zona sottoposta a vincolo monumentale e vanno eliminati, categorico il soprintendente Vincenzo Tin. Una bocciatura secca di Tursi che arriva dopo la denuncia di Legambiente, mentre a rischio sono i 160 stalli per moto e quadricicli poco pi sotto. Si trovano all'esterno della cornice che costeggia il parco, per mi sembra un numero esagerato. Anche questa situazione merita un approfondimento . La giunta Bucci incassa il primo no da quando si insediata e inciampa proprio nell'Acquasola, teatro per anni di una battaglia per la costruzione di un silos. Battaglia che era approdata in tribunale, coinvolgendo i vertici dell'epoca della Soprintendenza, del mondo politico, e che si conclusa con la vittoria del comitato "Acquasola parco non posteggio". Tursi per le nuove aree di sosta all'Acquasola non ha chiesto nessun parere alla Soprintendenza. Non ha presentato nessun progetto. Dagli uffici della Mobilit arrivata in via Balbi solo una semplice telefonata in cui veniva chiesto se era possibile ripristinare i vecchi stalli. Quindi, intervenire in una situazione pregressa. Invece, il Comune si "allargato". Di pi. I posti per i bus, come aveva promesso qualche giorno fa il vice sindaco Stefano Balleari, sono stati tracciati in fretta, cos come quelli delle moto che da via XII Ottobre salgono lungo il collo d'oca, passando dietro la grande aiuola. Due rettangoli gialli proprio davanti all'entrata del parco, a un passo da panchine e giochi per i bambini. Sono stati posizionati i cartelli con le "P", che indicano orari (8-20) e il tempo massimo della sosta (15 minuti) per i mezzi. Assodato che i due posteggi sono irregolari, quell'imbuto rischia di trasformarsi in una camera a gas. Occorre che il Comune trovi una nuova collocazione. Quella strada un cul-de-sac: anche se prevista una rotazione, i mezzi avrebbero molta difficolt a manovrare. Potenzialmente si potrebbe creare una situazione insostenibile, con code, intasamenti e inquinamento. Fermo restando che, ripeto, una zona vincolata che fa parte integrante del parco. Proprio gioved i funzionari di zona hanno effettuato un sopralluogo e il rapporto stato consegnato al soprintendente unico della Liguria per i Beni culturali. Marted avremo un incontro con il Comune spiega Vincenzo Tin perch per i bus va trovata una nuova collocazione . Nel mirino finiscono anche i 160 stalli per le moto. Rispetto ai bus, questo un problema secondario. Certo che il posteggio arrivato un po' troppo in cima alla strada e gli stalli ci sembrano un numero eccessivo. Vogliamo capire quanti erano prima e se stata superata la quota: quelli in pi andranno cancellati. La creazione dei posti fa parte di un piano sulla mobilit pubblica. Questi 160 stalli sono solo l'inizio di una politica che vuole riorganizzare la sosta nel centro cittadino ha spiegato Balleari creando parcheggi "regolari". Solo cos si pu concorrere a inibire la "sosta selvaggia" e permettere a cittadini e turisti di riappropriarsi di porzioni della citt.



news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news