LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA - Soru ritorna all’attacco: la legge sarà impugnata
di Luca Rojch
08 settembre 2017



Il leader Pd ribadisce il no al testo di Erriu e boccia anche quello sulle manutenzioni

SASSARI. Dopo il battito d’ali che ha scatenato lo tsunami sulla legge urbanistica è rimasto in silenzio. Ma Renato Soru sul disegno di legge presentato dalla giunta, dopo oltre un mese di attenta lettura dei giornali, non ha cambiato idea. «Quella legge è sbagliata e così non va – afferma laconico –. Entro anche nel merito. Non si può approvare un testo che all’articolo 43 prevede una deroga alle norme del Ppr che possono essere decise dalla giunta o dal consiglio. Il Piano paesaggistico non è derogabile perché è stato approvato dalla Regione e dallo Stato. La costituzione dà allo Stato competenze non derogabili, non si può derogare alle leggi per l’interesse di un privato».

Certezze. Ma Soru non solo ribadisce la sua contrarietà alla legge ma ha anche un’altra certezza. «Verrà impugnata appena approvata. Non ci sono dubbi». Soru contesta anche un altro punto della legge fino a oggi rimasto in secondo piano. «C’è un articolo alla fine della legge. Si chiama A3, è la tabella che riscrive il Decreto Floris del 1983 e ricalcola il fabbisogno edilizio a uso turistico dei comuni costieri. Lo fa sulla base di un calcolo legato al numero di asciugamani che possono essere messi in spiaggia o sugli scogli. Mi chiedo se oggi si possa davvero ragionare in questo modo. Si porta avanti questo tipo di ragionamento in un mondo che è cambiato».

Il turismo. Soru oggi parlerà ad Alghero in un incontro in cui si parlerà di strutture materiali e immateriali per il turismo. «Le strutture materiali sono facili da individuare – spiega –, ma ancora più importanti sono quelle immateriali, sono le regole urbanistiche per l’uso del territorio per un turismo sostenibile». Il dibattito scivolerà inevitabilmente sulla legge urbanistica. «Beh, certo – continua Soru –, è diventato un dibattito non solo più regionale, ma nazionale. L’intervento della sottosegretaria Ilaria Borletti Buitoni e del presidente del Fai, Andrea Carandini hanno portato il dibattito a un livello nazionale. Anche i quotidiani nazionali a più riprese hanno parlato di Ppr e della legge urbanistica. In altre regioni, dalla Toscana alla Campania, vengono approvati i Ppr. È nostro compito continuare a discutere sui temi del territorio e cercare soluzioni adatte che contemperino la tutela e le necessità di famiglie e imprese».

Altra bocciatura. Non ha un attimo di esitazione per bocciare anche l’altra legge al centro del dibattito, quella sulle manutenzioni. Il testo approvato dal Consiglio regionale è stato impugnato dal Consiglio dei ministri. «È stato giustissimo – afferma Soru –. Su quella legge sono stato pubblicamente contrario dal principio. Una legge che vorrebbe mantenere intatte alcune norme. Le stesse che si vogliono cambiare con la nuova legge urbanistica. Un testo che non è stato discusso in aula, approvato in meno di un’ora. Senza una adeguata istruzione. Un testo che introduce novità pericolose. Per esempio ridefinisce i campeggi e consente di sostituire alle tende le casette di legno. Non sono la stessa cosa. Lo si fa al di fuori di qualsiasi legge urbanistica. E si introduce un pericoloso principio per cui le tende possono diventare case di legno oggi in aree pregiate. E si porta avanti questo discorso in un periodo in cui i sono i sindaci a denunciare che un certo tipo di turismo non è più sostenibile. In particolare l’invasione di agosto in alcune spiagge. Così arrivano gli allarmi e il sindaco di Stintino pensa alla Pelosa a numero chiuso, quello di Baunei lo ha già fatto per Cala
Biriala. E ora in tanti pensano a soluzioni simili. È stato rotto un tabu. A decidere certe cose non è una Regione centralista, non è un ambientalismo estremista, ma sono i sindaci, le comunità che si rendono conto che quei territori preziosi sono un bene comune da protegge e valorizzare»

http://www.lanuovasardegna.it/regione/2017/09/08/news/soru-ritorna-all-attacco-la-legge-sara-impugnata-1.15829177


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news