LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Laddio di Schmidt agli Uffizi, per Vienna
Edoardo Semmola
Corriere Fiorentino 2/9/2017

Il direttore lascer Firenze nel 2019: Certo di finire il lavoro, altrimenti non andrei.
No al rinnovo, a fine 2019 andr a Vienna con uno stipendio pi alto. Ma non lascio per questo

Ho firmato ieri notte. Nessun dubbio, nemmeno un tentennamento: Finisco il mandato e vado a Vienna, non sono il tipo che si inchioda alla poltrona e non mi piacciono i mandati di stampo feudale, validi a vita. Eike Schmidt sar il nuovo direttore del Kunsthistorisches museum. Lascer la guida degli Uffizi alla fine del 2019: dopo 4 anni di mandato. Certo, avrei potuto farne altri quattro, previsto nella riforma Franceschini: quattro con opzione su altri quattro e nulla pi. Ma se ho accettato lAustria il manager tedesco ha partecipato al bando per la direzione del museo, e lo ha vinto soprattutto perch so che alla fine del 2019 il mio compito sar concluso, portato a termine.

Un addio inatteso, che si consumer solo tra due anni. Ma che rappresenta linterruzione di un nuovo corso e di un nuovo modo di dirigere un grande museo statale: con piglio da manager, pi diretto, pi attento alla comunicazione, con un modo di fare a volte plateale, teatrale, diverso dallortodossia a cui siamo abituati da decenni. Schmidt rappresenta un volto nuovo e un modo di fare nuovo in tanti sensi. Eike Schmidt in meno di due anni a Firenze diventato un personaggio. Ora, a met esatta del suo mandato quadriennale, ha deciso di non proseguire la sua avventura nata con la riforma Franceschini.

Non centrano, dice lui, i soldi. Anche se, visto il tetto agli stipendi dei manager pubblici, al Kunsthistorisches andr a guadagnare di pi: Non sono queste le questioni importanti. E nemmeno le disavventure patite nel quotidiano rapporto con burocrazia e sindacati (lui, tedesco, non ne era avvezzo): Io stanco della burocrazia italiana? Mi stanco tutti i giorni come il primo giorno il tono scherzoso Ma non mi sono mai scoraggiato, non mi faccio impressionare da questi problemi, e sicuramente non per questi motivi che lascio gli Uffizi. Anche se difficile non pensare alla sua grande delusione lo scorso anno quando si ritrov al centro delle polemiche nazionali per il ricorso al Tar proposto da alcuni dipendenti del Ministero, proprio per sollevare dubbi sulla legittimit di conferire a cittadini stranieri il ruolo di manager nella pubblica amministrazione. Il ricorso fu respinto, ma la frittata era stata fatta e si erano gi incrinati i rapporti e soprattutto lo spirito della riforma, che voleva aprire le porte del nostro sistema museale al mondo. un grande autogol comment Schmidt. Non possono prevalere i piccoli interessi.

Paradossalmente, Schmidt non sta lasciando. Per come la vede lui taglio il traguardo. Spiega: Non avrei mai vinto il concorso a Vienna senza i successi di Firenze. Anzi sono stati proprio questi traguardi: Vasariano, le nuove sale, la rassegna Uffizi Live, il cinema allaperto, la svolta sociale web, a farmi apprezzare agli occhi di Vienna. Guardavano cosa facevamo a Firenze e ci ammiravano. Non ci sarei mai riuscito da solo: ho un ottimo staff.

Firenze viene prima, dunque. Nel senso che avrei rifiutato il posto a Vienna se avessi avuto timore di lasciare il lavoro agli Uffizi incompiuto. Ma cos, sostiene, non sar: Se anche solo uno dei punti cardine del mio mandato non fosse sulla buona strada, diretto verso la conclusione, se pensassi di aver bisogno di pi di 4 anni per completare la mia opera, allora rimarrei. Invece so che consegner al mio staff e al mio successore una macchina funzionante e capace di avere uno stretto rapporto di collaborazione con la citt. Un aspetto, questo, che il sindaco Dario Nardella ha voluto sottolineare come prioritario dal suo punto di vista: un bene che il direttore Schmidt rimanga fino alla scadenza naturale del suo mandato, il museo pi importante dItalia e tra i pi importanti del mondo scrive Nardella Mi auguro che questa sua decisione non allenti la proficua collaborazione avviata con la citt di Firenze in questi due anni. La nomina stata stata comunicata alla stampa austriaca dal ministro della cultura Thomas Drozda. Schimidt avr un contratto di cinque anni.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news