LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BARI - Teppisti sfregiano via Traiana tolte le basole a Bari vecchia
FRANCESCA RUSSI
25 agosto 2017 LA REPUBBLICA





DUE BASOLE staccate dalla pavimentazione antica e mandate in frantumi. I vandali tornano a colpire Bari vecchia. Questa volta, per, al centro del blitz dei teppisti finiscono i resti della via Traiana in piazza del Ferrarese.

Gli scavi archeologici recintati al centro della piazza erano stati coperti a maggio prima dei festeggiamenti di San Nicola e a fine luglio restituiti alla citt. stato dopo il 20 luglio, assicura il Comune di Bari, che avvenuto l'atto vandalico: qualcuno piombato all'interno della recinzione e ha smosso con forza le basole fino a provocarne il distacco dal lastricato. Sono stati ieri i tecnici della ripartizione Lavori pubblici a effettuare un sopralluogo per verificare l'effettivo danno a seguito della segnalazione fatta da alcuni cittadini. E, in effetti, hanno rilevato i tecnici, danno c' stato. Da non collegare - assicurano - alle operazioni di copertura e di scopertura degli scavi.

Proprio per preservare gli scavi dai migliaia di cittadini e pellegrini che avrebbero affollato la piazza dove viene esposta la statua di San Nicola a maggio scorso i resti della via Traiana erano stati coperti: questo perch, a differenza di altri anni, erano gi cominciati i lavori di ristrutturazione dell'ex mercato del pesce che, con recinzioni e impalcature, hanno di fatto ristretto lo spazio in piazza del Ferrarese.

L'intervento, realizzato dall'impresa proprio impegnata nel cantiere dell'ex mercato del pesce, stato eseguito secondo le prescrizioni della Soprintendenza con la posa in opera di tessuto sullo scavo, poi riempito di materiale incoerente sino alla quota di calpestio della piazza, ricoperto da un telo impermeabile in Pvc e infine sovrastato da una copertura in tavolato dello spessore di tre centimetri circa. La copertura, rimossa lo scorso 20 luglio, ha restituito il sito archeologico integro alla fruizione dei cittadini. Fino al blitz dei vandali.

Loro rompono e noi aggiustiamo - si stringe nelle spalle l'assessore alle Culture del Comune di Bari Silvio Maselli purtroppo non abbiamo alternative: dobbiamo trasformare il senso cinico dei baresi in senso civico. Impossibile, infatti, montare coperture a protezione dei reperti che rischierebbero di danneggiare il lastricato.

L'unica copertura possibile per mantenere intatta la fruizione degli scavi archeologici sarebbe un vetro - prosegue Maselli - ci avevamo pensato ma la Sovrintendenza non potrebbe mai autorizzarlo perch crea umidit e condensa e produce grossissimi problemi: in tal caso saremmo costretti ogni due-tre mesi a togliere il vetro e pulire con un aggravio di costi, tra pulizia e logistica, impossibile da affrontare. Cos l'unica cosa che si pu fare affidarsi alla civilt. E, quando non c', sborsare i soldi per ripristinare i danni fatti.

In questi casi torna in gioco il lavoro di squadra che dobbiamo fare in stretta connessione tra gli assessorati al Welfare, Pubblica istruzione e Culture per educare le nuove generazioni alla bellezza e al rispetto - va avanti l'assessore alle Culture della giunta Decaro - ci vuole tempo, una battaglia iniziata da anni a Bari che bisogna continuare e che richiede molta pazienza. questa la nostra sfida positiva a manutenere la citt e riportare la storia dove c' incuria e dimenticanza.

In passato a finire nella rete dei vandali era stata la colonna infame di piazza Mercantile sempre a Bari vecchia. Il leone dove una volta venivano esposti alla gogna pubblica i debitori insolventi stato pi volte preso di mira da incivili muniti di penne e pennarelli che hanno imbrattato il monumento. Le scritte fatte persino sul volto della statua sono state successivamente rimosse con un esborso di soldi da parte dell'amministrazione comunale.




news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news