LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Turismo, Cuffaro blinda il Polo: s alla legge
ALBERTO BONANNO
Repubblica Palermo 05-AGO-2005

Teso vertice di maggioranza dopo la minaccia di dimissioni.
L'Ars boccia la norma che blocca le trivellazioni petrolifere

Modifiche alla riforma. Le aziende di soggiorno saranno sciolte, ma i dipendenti verranno salvati.



UNA minaccia di crisi come una tempesta d'agosto, e per giunta in un bicchier d'acqua.
A poco pi di dodici ore dalla bocciatura a sorpresa dell'articolo due della riforma del turismo, la maggioranza dell'Ars, incalzata dal governatore Cuffaro, ritrova compattezza e si lancia in una maratona d'aula che va avanti fino a notte per approvare la legge silurata in parte l'altro ieri ma cambiata in alcuni punti, dopo l'apertura manifestata dell'assessore al Turismo Fabio Granata e la norma sui consorzi fidi.

Contro la riforma del turismo, alla fine, hanno votato solo in dodici, 47 i voti favorevoli, un astenuto.
Un risultato ben diverso dal 27 a 26 con cui mercoled era stato impallinato il secondo articolo della norma.

Ieri, poco prima di mezzogiorno, Cuffaro ha riunito i deputati di maggioranza nella Sala rossa dell'Ars. E per convincerli ha usato due strumenti.

Quello politico, cercando di fare capirespiega il presidente che nei mesi che ci separano dalle elezioni, sette o otto, la coalizione deve rimanere tale e non sfilacciarsi, sempre che si voglia concludere la legislatura in maniera produttiva per la Sicilia. Tutti sono stati concordi nel considerare, in questo momento, la coalizione come un valore e superare le eventuali difficolt contingenti di un momento.

Ma fondamentalmente Cuffaro ha usato la concretezza. Perch eventuali dimissioni anticipate del governo al presidente non dispiacerebbero affatto. A perderci dunque sarebbero solo i novanta deputati dell'Ars, che rinuncerebbero alle prerogative parlamentari con un anticipo di alcuni mesi.
Cosa che, alla fine, nessuno vuole realmente.
Se il centrosinistra grida al ricatto, il governatore ribatte: II ricatto non appartiene alla mia cultura.

E aggiunge: Qui non ci sono patti segreti, e men che meno da parte mia con l'Mpa di Lombardo per scavalcare Forza Italia e andare alle urne in anticipo.
Non avrebbe senso. Io resto sempre dell'opinione di anticipare rispetto alle Politiche, ma la decisione sar della coalizione. In settembre comunque ne riparleremo. Alla fine del vertice facce distese e grandi sorrisi, e la certezza che alla fine il governo si sarebbe salvato.

In tema di turismo, dunque, l'aula d il via libera alla riforma del settore. La norma azzera le aziende provinciali e le aziende autonome di soggiorno, che per potranno essere sciolte non prima del 31 dicembre. A
i lavoratori sar garantita la continuit occupazionale anche in altre branche dell'amministrazione pubblica.
Ma questo non potr accadere se non dopo l'insediamento del Consiglio regionale del turismo, formato al massimo da 25 componenti (sindaci, presidenti di Provincia, sindacati, ambientalisti, esperti).
Le competenze delle aziende provinciali resteranno delle Province regionali. Nascono i distretti turistici, che riuniscono parti di territorio accomunati da risorse e attrazioni turistiche.


Il dibattito filato liscio fino al momento in cui l'aula ha affrontato il tema particolarmente caro all'assessore Granatadelle concessioni petrolifere, gi revocate dalla giunta alle aziende impegnate nei territori tutelati dall'Unesco. Il governo ha cercato un punto di mediazione, limitando il divieto di trivellazioni alle pertinenze dei siti tutelati. Ma l'aula, a voto segreto, l'ha bocciato.

Disco verde anche per la norma sui consorzi fidi. Sar supportata la crescita di piccole e medie imprese che operano in Siciliadice lassessore al Bilancio, Salvatore Cintola facilitandone l'accesso al credito e migliorando le fonti di finanziamento a medio e lungo termine, in modo da incentivare progetti di investimento territoriali di
Natura privata. Per Salvo Heres, relatore della norma, i punti qualificanti della legge sono la semplificazione delle procedure,la pi corretta distribuzione di competenze tra i diversi assessorati e, soprattutto, il raddoppio delle risorse finanziarie fino a oggi attribuite ai capitoli destinati ai consorzi fidi.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news