LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Turismo, Cuffaro blinda il Polo: s alla legge
ALBERTO BONANNO
Repubblica Palermo 05-AGO-2005

Teso vertice di maggioranza dopo la minaccia di dimissioni.
L'Ars boccia la norma che blocca le trivellazioni petrolifere

Modifiche alla riforma. Le aziende di soggiorno saranno sciolte, ma i dipendenti verranno salvati.



UNA minaccia di crisi come una tempesta d'agosto, e per giunta in un bicchier d'acqua.
A poco pi di dodici ore dalla bocciatura a sorpresa dell'articolo due della riforma del turismo, la maggioranza dell'Ars, incalzata dal governatore Cuffaro, ritrova compattezza e si lancia in una maratona d'aula che va avanti fino a notte per approvare la legge silurata in parte l'altro ieri ma cambiata in alcuni punti, dopo l'apertura manifestata dell'assessore al Turismo Fabio Granata e la norma sui consorzi fidi.

Contro la riforma del turismo, alla fine, hanno votato solo in dodici, 47 i voti favorevoli, un astenuto.
Un risultato ben diverso dal 27 a 26 con cui mercoled era stato impallinato il secondo articolo della norma.

Ieri, poco prima di mezzogiorno, Cuffaro ha riunito i deputati di maggioranza nella Sala rossa dell'Ars. E per convincerli ha usato due strumenti.

Quello politico, cercando di fare capirespiega il presidente che nei mesi che ci separano dalle elezioni, sette o otto, la coalizione deve rimanere tale e non sfilacciarsi, sempre che si voglia concludere la legislatura in maniera produttiva per la Sicilia. Tutti sono stati concordi nel considerare, in questo momento, la coalizione come un valore e superare le eventuali difficolt contingenti di un momento.

Ma fondamentalmente Cuffaro ha usato la concretezza. Perch eventuali dimissioni anticipate del governo al presidente non dispiacerebbero affatto. A perderci dunque sarebbero solo i novanta deputati dell'Ars, che rinuncerebbero alle prerogative parlamentari con un anticipo di alcuni mesi.
Cosa che, alla fine, nessuno vuole realmente.
Se il centrosinistra grida al ricatto, il governatore ribatte: II ricatto non appartiene alla mia cultura.

E aggiunge: Qui non ci sono patti segreti, e men che meno da parte mia con l'Mpa di Lombardo per scavalcare Forza Italia e andare alle urne in anticipo.
Non avrebbe senso. Io resto sempre dell'opinione di anticipare rispetto alle Politiche, ma la decisione sar della coalizione. In settembre comunque ne riparleremo. Alla fine del vertice facce distese e grandi sorrisi, e la certezza che alla fine il governo si sarebbe salvato.

In tema di turismo, dunque, l'aula d il via libera alla riforma del settore. La norma azzera le aziende provinciali e le aziende autonome di soggiorno, che per potranno essere sciolte non prima del 31 dicembre. A
i lavoratori sar garantita la continuit occupazionale anche in altre branche dell'amministrazione pubblica.
Ma questo non potr accadere se non dopo l'insediamento del Consiglio regionale del turismo, formato al massimo da 25 componenti (sindaci, presidenti di Provincia, sindacati, ambientalisti, esperti).
Le competenze delle aziende provinciali resteranno delle Province regionali. Nascono i distretti turistici, che riuniscono parti di territorio accomunati da risorse e attrazioni turistiche.


Il dibattito filato liscio fino al momento in cui l'aula ha affrontato il tema particolarmente caro all'assessore Granatadelle concessioni petrolifere, gi revocate dalla giunta alle aziende impegnate nei territori tutelati dall'Unesco. Il governo ha cercato un punto di mediazione, limitando il divieto di trivellazioni alle pertinenze dei siti tutelati. Ma l'aula, a voto segreto, l'ha bocciato.

Disco verde anche per la norma sui consorzi fidi. Sar supportata la crescita di piccole e medie imprese che operano in Siciliadice lassessore al Bilancio, Salvatore Cintola facilitandone l'accesso al credito e migliorando le fonti di finanziamento a medio e lungo termine, in modo da incentivare progetti di investimento territoriali di
Natura privata. Per Salvo Heres, relatore della norma, i punti qualificanti della legge sono la semplificazione delle procedure,la pi corretta distribuzione di competenze tra i diversi assessorati e, soprattutto, il raddoppio delle risorse finanziarie fino a oggi attribuite ai capitoli destinati ai consorzi fidi.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news