LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

AMATRICE-Terremoto di Amatrice, un anno dopo: facciamo il punto sulla ricostruzione dei centri storici
CHIARA BORACCHI
http://www.lifegate.it/persone/stile-di-vita/campioni-sportivi-del-terzo-millennio-e-il-nuovo-volto-

Dal terremoto del 24 agosto 2016, che ha colpito Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto, passato un anno. A che punto la ricostruzione dei centri storici?
Dalla cattedrale di San Benedetto alle chiese di Amatrice: serviranno soprattutto per il restauro di questi monumenti-simbolo, colpiti dal terremoto del 24 agosto scorso, i 100 milioni stanziati dal decreto legge per il Mezzogiorno, che inizieranno a essere usati da qui a pochi giorni.

Dopo il violento sisma dello scorso anno, che ha distrutto i paesi di Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto, si continua infatti a lavorare senza sosta, non solo per mettere in sicurezza il territorio e le persone, ma anche i beni culturali, artistici e architettonici, persi durante la tragedia. Perch se vero che la sicurezza delle persone, in uno stato di calamit, deve essere la priorit assoluta, quando lemergenza passa necessario, anzi obbligatorio, prendersi cura anche della loro memoria e della loro storia, recuperando chiese, dipinti ed edifici storici, per evitare che le perdite non siano superiori a quelle gi subite. Cercando magari di ispirarsi al modello Friuli, che costituisce un esempio ben riuscito di ricostruzione, dopo il terremoto del 1976, non solo efficiente e rapida, ma anche attenta allaccuratezza storica (e il borgo di Venzone, per esempio, ne una prova).

100 milioni per la ricostruzione dei centri storici
Nel decreto legge per il Mezzogiorno sono stati stanziati appunto 100 milioni di euro per un piano di restauro complessivo del Centro Italia, dove i beni culturali danneggiati sono ancora 2456 nelle Marche, 1150 in Umbria, 742 in Abruzzo e 473 in Lazio.

A un anno di distanza dalla prima scossa, gli interventi di messa in sicurezza di beni artistici e archeologici sono stati finora 17 mila, con 4.513 metri lineari di archivi e 9.743 volumi salvati dalle macerie. I tecnici che si stanno occupando di questo lavoro sono pi di 600, di cui unottantina anche durante questo periodo ferragostano.

Norcia, Amatrice, San benedetto, ricostruzione dei centri storici
Come confermato dal segretario generale del Mibact, Antonella Pasqua Recchia, le risorse economiche verranno inizialmente concentrate sui monumenti icona, come la cattedrale di San Benedetto a Norcia o quella di Camerino, le chiese di Amatrice di San Francesco e SantAgostino, la Collegiata di San Genesio a Macerata e il santuario di Macereto a Visso. Il Mibact si occuper principalmente dei beni ecclesiastici perch sono la maggioranza di quelli colpiti e perch di quelli pubblici si stanno occupando i comuni, con la supervisione delle soprintendenze.

Riportare il turismo per ridare vita alleconomia
Anche se lobiettivo primario sarebbe recuperare tutto comera, dovera, si cercher, coi mezzi a disposizione, di restituire alle popolazioni colpite almeno il vecchio impianto urbano dei centri storici. Lo scopo anche quello di riportare il turismo in queste zone, magari un turismo diverso, pi consapevole e sostenibile, che diventi (di nuovo) il motore delle economie dei borghi centro italici.

Perch la ripresa dei territori colpiti dovrebbe, almeno in parte, passare anche da questo.



news

15-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news