LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENEZIA - Lazzaretto Nuovo, lo Stato chiede gli arretrati ai volontari
di Alberto Vitucci
LA NUOVA VENEZIA 21 agosto 2017


Quindicimila euro di arretrati. Pi mille euro di canone l'anno. Per fare i volontari e badare al patrimonio archeologico dello Stato si deve pagare. la storia incredibile dell'associazione Archeoclub, fondata da Girolamo Fazzini, che da trent'anni ha in cura l'isola del Lazzaretto Nuovo. Dal 2013 anche in vigore un protocollo d'intesa con il ministero dei Beni culturali che affida ai volontari la gestione e la sorveglianza dell'isola e del Lazzaretto Vecchio. Ma un altro ufficio dello Stato, il Provveditorato alle Opere pubbliche di Venezia (ministero delle Infrastrutture) ha scoperto che per andare sull'isola i volontari utilizzano la barca. Dunque, l'ormeggio va pagato. Multe su multe e alla fine la contestazione pi pesante: Occupazione abusiva di spazi demaniali.L'associazione ricorre al giudice, e l' udienza stata fissata per il 20 ottobre. Abbiamo cercato di spiegare, dice l'avvocato Andrea Grigoletto, che quell'ormeggio serve per effettuare un incarico istituzionale. Cio la vigilanza a titolo gratuito nell'isola e la custodia dei depositi archeologici della Soprintendenza e di tutti i reperti trovati in laguna. Una vicenda incredibile. Lo Stato da una parte chiede servizi necessari alla tutela del suo patrimonio, dall'altra vuole far pagare i volontari. Fazzini ha recuperato un'isola prima abbandonata e l'ha trasformata in un centro culturale.Adesso sono numerosi gli studiosi e i ricercatori che vengono nell'isola per ammirare le meraviglie del Tezon Grande, il pi grande edificio della laguna dopo le Corderie dell'Arsenale, adibito per decenni a Lazzaretto, dove merci e uomini provenienti dall'Oriente sospetti di peste venivano tenuti in quarantena. L'isola viene visitata da docenti e studiosi, finestra d'eccezione sulla laguna non ancora invasa dal turismo. Da qualche anno fa parte del grande progetto benedetto - ma non ancora finanziato - del ministero dei Beni culturali. Al Lazzaretto Nuovo e nell'isola del Lazzaretto Vecchio al Lido, di recente restaurata e anch'essa affidata per la vigilanza ad Archeoclub, dovrebbe trovar posto il nuovo museo della laguna. Reperti archeologici e testimonianze che saranno presto visitabili.Un gioiello che adesso ha visto accendersi i riflettori per le proiezioni annunciate dalla Biennale cinema. Che merita per attenzioni maggiori.I due Lazzaretti fanno parte di un progetto unitario, dice Fazzini, grazie al lavoro dei nostri volontari sono adesso ripuliti e sorvegliati. Speriamo che il progetto del museo parta al pi presto. Intanto c' da risolvere l'emergenza demaniale. Se dovesse pagare decine di migliaia di euro per lavorare, Archeoclub potrebbe chiudere i battenti. E con essa il futuro dei due Lazzaretti, monumenti storici di prima importanza per ricostruire il passato della Serenissima.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news