LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SERAVEZZA - Cava Medicea, pratica ancora aperta
12 agosto 2017 il Tirreno


La procedura amministrativa relativa alla riattivazione di Cava Medicea - Inferiore e Superiore - sul Monte Costa ancora aperta e al vaglio degli uffici comunali. la specifica che giunge con nota stampa dal vicesindaco Valentina Salvatori, che interviene sulla vicenda dopo le considerazioni del Movimento 5 Stelle. L'amministrazione ha ben presente la procedura in corso - spiega Valentina Salvatori, che ha la delega all'urbanistica - ed consapevole della necessit di affrontare e risolvere i problemi di sicurezza del fronte connessi ad un elevato rischio frana sopra il Torrente Vezza, da un lato, e dei problemi altrettanto seri legati all'impatto che l'attivit estrattiva avrebbe sul territorio, dall'altro lato. In particolare - va ricordato - la cava si trova proprio sopra l'Area Medicea, Patrimonio Unesco. Abbiamo dato mandato all'ufficio urbanistica - prosegue Salvatori - di chiedere un approfondimento non solo sotto il profilo paesaggistico ma in generale sugli importanti valori in gioco, con l'intento di stimolare su questo una riflessione e un confronto con Regione e Provincia, che negli anni hanno effettuato diversi sopralluoghi e ben conoscono la situazione. I 5 Stelle avevano fatto presente che proprio in questa fase si rendeva necessario il coinvolgimento della popolazione, e non ad autorizzazioni rilasciate. Il piano di coltivazione prevede, se rilasciata l'autorizzazione, una durata di 16 anni per un totale di oltre 300 mila mc di materiale estratto nelle cave, oltre all'asportazione del ravaneto che incombe sul Mediceo. Il Piano regionale delle attivit estrattive del 1997 riconosce il Monte Costa come area estrattiva. In sede di elaborazione del nuovo Prae, tra 2003 e 2007, il Comune condivise con la Regione la scelta di escludere il Monte Costa dalle aree estrattive, ma la previsione non ebbe attuazione - ricorda Salvatori - a causa della mancata pianificazione da parte della Provincia. Solo di recente, per, l'area rientrata nel perimetro di area contigua del Parco. Secondo gli uffici comunali questo fatto, unitamente all'entrata in vigore del nuovo Piano per il Parco, comporta l'obbligo di acquisire l'autorizzazione paesaggistica, prima non prevista. Tale autorizzazione dovrebbe andare a ampliare il contenuto istruttorio della procedura in corso. (t.b.g.)




news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news