LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA. La mega villa sull'Appia Antica col salotto nella cisterna romana
Giuseppe Scarpa
06 agosto 2017 LA REPUBBLICA



Il mega abuso edilizio nell'area pi vincolata d'Italia tra insormontabili limiti paesaggistici e archeologici. Ma il vizio di espandere i metri quadri del "corpo centrale" della casa non ferma i pi arditi e cos a Roma nel parco dell'Appia Antica dove complicato ricostruire anche solo un muretto gi crollato una cisterna romana si trasforma in un elegante salotto sotterraneo mentre una raffinatissima veranda, con tanto di affaccio sulla piscina, spunta all'improvviso dal giorno alla notte. Il tutto a un centinaio di metri di distanza dal Mausoleo di Cecilia Metella e nel sito archeologico Capo di Bove che ingloba delle antichissime terme.

La villa in questione, di propriet di Maria Stella Giorlandino, nota imprenditrice romana in campo sanitario, al centro di una lunga battaglia giudiziaria. Tar del Lazio e procura infatti ne hanno decretato i diversi abusi. L'ultima sentenza la dovr per emettere il Consiglio di Stato. I giudici della sesta sezione, prima di terminare il loro lavoro, attendono gli esiti della consulenza tecnica. L'importante documento, decisivo per orientare la scelta dei magistrati, affidato a Federica Galloni, direttore generale al Mibact.

La Galloni non sarebbe sconosciuta a casa Giorlandino, come emerge da un articolo pubblicato da

Dagospia il 5 agosto del 2011. In occasione di una festa di beneficenza tra attori, politici e manager figura anche l'allora direttore regionale dei Beni architettonici. Di pi. Nel 2010 la Galloni, in qualit di soprintendete del comune di Roma, aveva gi espresso un parere favorevole per alcuni lavori nella villa. Insomma una posizione che potrebbe risultare imbarazzante in una vicenda che oltremodo ingarbugliata.

La procura di Roma infatti, il 21 settembre scorso, ha certificato l'esistenza del doppio abuso edilizio in un decreto di archiviazione in cui solleva la Giorlandino e il marito dalla responsabilit di esserne gli autori. Dal nostro procedimento scrive il pubblico ministero Francesco Dall'Olio ne consegue la buona fede dei nuovi proprietari sia nell'acquisto che nella successiva produzione documentale in fase di ristrutturazione. La villa infatti negli anni passata di mano a diversi persone e la nota imprenditrice sarebbe solo l'ultima in ordine di tempo. Quindi questo il ragionamento del pm il doppio abuso c' ma non si sa chi l'abbia commesso. Nonostante questo la Giorlandino non ha mai rinunciato a difendere la veranda e il salotto- cisterna dal pericolo delle ruspe. I suoi avvocati in passato avevano anche scoperto delle vecchie planimetrie datate 1939 che attestavano l'esistenza della veranda e del corridoio sotterraneo che porta alla cisterna salotto. Una piantina di oltre 70 anni fa che avrebbe reso inattaccabile le due costruzioni dal pericolo ruspe. E di fatto questo documento era stato fondamentale nel 2011 (lo scrive il consulente al pubblico ministero) per far assolvere il marito della Giorlandino dall'accusa di aver fatto costruire la veranda senza titolo urbanistico.

Gli inquirenti hanno per scoperto che le due planimetrie sono delle patacche e che molto probabilmente, nel 1939, non esisteva nemmeno la villa: Voglia decretare la falsit delle planimetrie con contestuale comunicazione all'amministrazione comunale , ha scritto il pubblico ministero Dall'Olio al gip lo scorso settembre. Anche in questo caso l'autore delle false planimetrie non si sa per chi sia.

Insomma fino ad oggi la certezza l'assenza del titolo edilizio per la veranda e il corridoio sotterraneo che porta al salotto. Il prezioso angolo della casa finemente arredato, pavimentato e con tanto di parete frontale abbattuta per rendere pi comodi gli spostamenti tra i due ambienti della villa.

Il Tar del Lazio per pretende il ripristino di quello spazio, la demolizione della veranda e anche della piscina scoperta. Adesso spetter al Consiglio di Stato mettere la parola fine a questa lunga vicenda che si trascina dal 2008.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news