LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Da Matelica as Camerino, arte e cultura per il post sisma
ANDREA D'AGOSTINO
AVVENIRE - 01 agosto 2017

Per una regione ancora traumatizzata dalle ferite del terremoto un'ottima notizia. Domenica stata riaperta al pubblico la cattedrale di Matelica, la prima chiesa delle Marche danneggiata dal sisma che torna cos fruibile da fedeli e visitatori. A darne la notizia il sindaco del Comune maceratese, Alessandro Delpriori, impegnato da mesi nei lavori di riapertura del museo civico Piersanti. Le cinque sale del pianterreno sono state da poco riaperte, assieme al giardino e al cortile. Certo, poco rispetto alle trenta sale di prima- racconta - ma in questo modo siamo riusciti a esporre le opere pi importanti, come la Madonna col Bambino di Gentile e Giovanni Bellini. E per dicembre sta pensando ad un convegno sul museo e sul suo fondatore, monsignor Venanzio Filippo Piersanti. Delpriori un amministratore locale, ma anche uno storico dell'arte che, insieme ad Andrea De Marchi dell'universit di Firenze e la Fondazione Federico Zeri dell'universit di Bologna, ha organizzato una summer school, portando qui in visita venticinque tra dottorandi e laureati in Storia dell'arte e Conservazione dei Beni culturali: obiettivo, toccare con mano cosa accaduto e come sta procedendo la ricostruzione. E se il centro di Matelica appare improntato alla normalit - le vie del centro sono affollate, negozi e bar aperti, il teatro Piermarini attivo (una piccola Scala di Milano in miniatura: l'architetto era proprio quel Giuseppe, nato a Foligno nel 1734) -altrove i danni sono ben visibili. Ancora tanti i centri, piccoli e grandi, duramente colpiti: da Nocelleto a Visso, eletto "borgo pi bello d'Italia'; nel cui museo si conservava il manoscritto autografo dell'Infinito di Giacomo Leopardi; fino al monumentale santuario di Macereto, un pezzo di architettura bramantesca che si erge isolato in mezzo all'omonimo altopiano. Lesioni, crepe, ma anche interi edifici crollati: a distanza di mesi le strade di Visso e Camerino sono ancora piene di macerie. Ma il timore principale riguarda soprattutto lo spopolamento. Ma una crisi precedente al terremoto: la fuga dalle montagne verso le coste in atto da tempo spiega Elisabetta Giffi, storica dell'arte e originaria dell'entroterra marchigiano. I modi per arginare questa crisi per ci sono: quindici anni fa si tenne una mostra rimasta agli annali per successo di pubblico con quarantamila visitatori: Il Quattrocento a Camerino curata proprio da De Marchi, che rimane ancora oggi un esempio di come si possano fare mostre di alto livello partendo dalle opere del territorio (e senza inserire nomi d'effetto come l'ormai immancabile Caravaggio). Dopo il terremoto del '97, la ripartenza fu segnata proprio da quella mostra, grazie anche alla creazione del polo espositivo di San Domenico ricorda Claudio Pettinare, rettore dell'Universit di Camerino. Uno dei capolavori esposti all'epoca stato scelto come immagine-logo della summerschool l'Annunciazione di Giovanni Angelo d'Antonio da Camerino, tutta giocata su scorci prospettici e fughe architettoniche che ricordano Lippi o Mantegna. Un artista divenuto suo malgrado simbolo di queste aree terremotate, un po' come accaduto per il Lazio con Cola dell'Amatrice. La pala stata prestata agli Uffizi per la mostra Facciamo presto!che ha chiuso domenica (una parte dei ricavi dai biglietti andata agli enti marchigiani prestatori), mentre fino al primo ottobre aperta Capolavori Sibillini a Osimo (Ancona), con cento opere provenienti dai centri dei monti Sibillini come Montefortino o Montemonaco. la tragedia del sisma potrebbe diventare una svolta - dichiara De Marchi -, con nuovi progetti innanzitutto culturali. Penso al museo diocesano di Camerino, che andrebbe ripensato: altri spazi in alternativa non mancano, come ad esempio il tempio Varanesco. Magari non la sede ideale, ma vi si potrebbero intanto portare alcune opere.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news