LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PUGLIA - La scoperta durante una campagna di scavi in Puglia. Da secoli gli archeologi ne cercavano le tracce
CINZIA DAL MASO
03-AGO-2005 la Repubblica


Torna alla luce una mensa gioiello " come quella dell'Ultima Cena"

ROMA Era il modo di banchettare dei ricchi Romani nel tardo impero, tutti distesi su un solo grande divano semicircolare, lo stibadium, che girava attorno a un tavolo circolare. Un modo pi intimo e selettivo dell'usuale triclinio con grandi letti rettangolari per pi persone. Pi adatto a una societ che dal IV secolo in poi si faceva sempre pi esclusiva ed elitaria. Grande lusso solo per pochi, questo era lo stibadium. Ne parlano tutti gli autori della tarda antichit ed raffigurato su pitture, mosaici, rilievi.
Diventa il modo classico di dipingere l'Ultima cena (il banchetto pi esclusivo di tutti) con Ges al posto di estrema destra riservato al commensale pi importante. Uno schema che rimarr inalterato per tutto il medioevo fino a Leonardo da Vinci.
Ma finora nessuno stibadium era sopravvissuto fino ai giorni nostri. Erano generalmente mobili di legno con cuscini, e nelle ville antiche rimane al massimo lo spazio semicircolare dov'erano collocati. Solo in due ville, a Roma e in Spagna vicino Cordoba, si sono trovati basamenti semicircolari in muratura molto semplici. Ora invece in Puglia, nella villa di Faragola vicino ad Ascoli Satriano, venuto alla luce uno stibadium in muratura veramente eccezionale, costruito apposta per la sala da pranzo della villa e tutto rivestito di marmi pregiati. E con la fronte decorata a mosaico con marmi colorati, tessere di vetro e foglia d'oro, e ai lati due bassorilievi con menadi danzanti e serpenti.
Una vera ostentazione di ricchezza con persino l'acqua corrente a tavola che veniva raccolta in una vasca al centro. stata proprio l'acqua a trarre inizialmente in inganno l'archeologo Giulio Volpe dell'Universit di Foggia che da tre anni scava la villa di Faragola e presenta oggi ad Ascoli l'ultima bella scoperta.
Ero convinto che fosse una splendida fontana a decoro della grande sala rettangolare - racconta - anche se non capivo bene dove si potessero collocare i triclini.
Mentre ora tutta la scena risulta chiara. I commensali, distesi sullo stibadium al fondo della sala, ammiravano i servitori giungere scenograficamente con le portate oppure spettacoli di musici, danzatori e giocolieri. E tra uno spettacolo e l'altro ammiravano di fronte a si "tappeti di vetro" inseriti tra i marmi colorati del pavimento, cio lussuosissimi pannelli fatti di tante lastre di vetro con preziosi inserti in avorio, marmi e legni pregiati. Un'opera di fattura orientale raffinata e rarissima, ce ne sono altri solo a Corinto e il piccolo tondo coi pesci di Rimini.
Che sono per di solo vetro e decoravano pareti, non pavimenti come a F a r a g o 1 a . Opere cos
delicate e fragili poste snobisticamente a terra sono un'ostentazione di ricchezza incredibile, una vera stravaganza, continua Volpe. Anche un po' kitsch. I ricchi Romani avevano gusti grossolani.
E i signori di Faragola erano ricchi davvero, membri dell'antica e potente famiglia senatoria degli Scipioni Orfiti. Grandi latifondisti che rifornivano di grano Roma e, specie dal IV secolo d.C. in poi, vivevano pi nella loro tenuta di campagna che in citt. Perch allora le relazioni, i giochi politici, si tessevano in villa e non nell'urbe. Si passava la giornata con ospiti illustri a pranzo o alle ter-me, e infatti quest'anno a Faragola sono venute alla luce terme grandi e bellissime con marmi e mosaici, sale per giochi e palestre. Ancora gran lusso. Faragola era la Piazza Arme-rina di Puglia.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news