LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MILANO: Darsena, il cantiere apre tra le polemiche
02-AGO-2005 Il Giornale Cronaca di Milano





Parte il piano di riqualificazione dell'area voluto dal Conune. Sarà costruito un posteggio dove potranno entrare anche bus e carrelli con le barche

Al via gli scavi per il parking interrato da oltre 700 posti. Sit-in di protesta dei comitati di quartiere: «Sarà la rovina dei Navigli»
Archeologi all'opera entro fine mese. La società costruttrice:
«Non ci saranno sorprese»
Andrea Fontana
• Darsena, si parte. Poco prima delle 9 è una ruspa al centro dello spiazzo e una pompa idraulica che svuota lentamente il bacino ad annunciare che per il parcheggio della Darsena si passa dalle parole ai fatti. Al via i lavori del progetto che dovrebbe riqualificare l'area del quartiere Ticinese, o «dare il colpo di grazia alla zona del Naviglio Grande» per dirla con i comitati dei residenti che promettono di presidiare il cantiere in segno di protesta.
Il piano dell'opera, con con-segna prevista per luglio 2007, prevede un complesso da 713 posti di sosta messi su due piani, il tutto sotto il livello dell'acqua. Primo piano con zone riservate anche ai pullman e ai carrelli per il trasporto delle barche di qualche milanese che ama remare sui Navigli; secondo piano con gli altri posteggi, che nel complesso potrebbero anche aumentare
se, nel progetto esecutivo che verrà definito ad ottobre, saranno previsti 300-320 box per i residenti. Un parcheggio che doveva costare 18,6 milioni di euro e che invece ne. richiederà 21, «perle significative spese finanziare» precisa Giuseppe Villoresi di Progetto Darsena spa, la società che ha siglato la convenzione con Palazzo Marino per realizzare l'opera.
Per il momento però la parola passa all'archeologia. Saranno infatti gli esperti della Cooperativa Archeologica Lombarda di Bergamo a mettersi al lavoro alla Darsena dalla fine di agosto, dopo le operazioni preliminari compiute in
questi giorni: sollevato l'asfalto del parcheggio esistente da 350 posti, smontati i masselli di granito delle sponde che sono stati tutti numerati per poterli ricollocare nel nuovo progetto dello studio francese Bodin, verrà poi scavata una sponda nella zona più lontana dalle mura spagnole che dovrebbero affiorare non appena pala e badile sprofonderanno nel terreno. A chi teme, e a chi spera, che la «terapia archeologica» alla Darsena riservi sorprese tali da bloccare i lavori, Vìllòresi risponde:
«Non ci sarà nessun imprevisto, anche perché l'opera in project financing impone tempi precisi. La decisione sulle mura spagnole spetta alla Soprintendenza ai Beni Culturali: se riterrà opportuna una valorizzazione, le mura verranno restaurate e ricondotte alla luce, modificando il progetto iniziale; altrimenti verranno fotografate, mappate e ricoperte». Dopo circa Smila metri quadrati di scavi archeologici, che continueranno probabilmente fino al prossimo gennaio, sarà la volta della costruzione vera e propria che ih 18 mesi dovrà riconsegnare alla città una Darsena nuova di zecca e il parcheggio con tre punti d'accesso: solo ingresso da via D'Annunzio, entrata e uscita invece da viale Gorizia e da Piazza XXIV Maggio. Sempre che i cittadini contrari ai lavori non riescano B mostrare maggiormente i muscoli rispetto a quanto fatte nella manifestazione di ieri quando dietro allo striscione «Parcheggio sì, ma non qui» erano circa una ventina. «Stiamo qui fino a che non smettono gli operai - sentenzia Angelo Valdameri dei Comitati della zona Sud - e faremo così anche nei prossimi giorni».
Temono che il posteggio congestioni definitivamente il traffico serale ai Navigli, contestano lo spostamento della Fion
di Sinigaglia a Porta Genova, sono convinti che un'area storica e archeologica di Milano si trasformi in una zona senz'anima. Ora presidiano il cantiere, ma hanno già pronta la carta della richiesta di sospensiva dei lavori al Tar. «Manca un piano paesistico dell'area -spiega Roberta Bertolani, il legale che con l'avvocato Felice Besostri sta affiancando i comitati di protesta - e c'è una scarsa attenzione ai vincoli ambientali e monumentali».



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news