LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Salvatore DAlessio, 73 anni, apre le porte di una chiesa storica ma poco conosciuta. Il Masaniello di Santa Marta
Alessandro Chetta
Corriere del Mezzogiorno 5/7/2017

Santa Marta si trova sulla punta del compasso. Se posizioni un compasso sulla mappa della citt laculeo sinfilzer tra Spaccanapoli, via San Sebastiano e il campanile di Santa Chiara. L, allepicentro, sorse sette secoli fa questa chiesa di natali durazzeschi. Deborda storia, dipinti, e una cripta abitata dai fantasmi dei seguaci di Masaniello. Davanti al portale antico ci passano tutti ma quella navata barocca la conoscono quattro gatti. Dicono che sempre chiusa, ma quando mai?, ci sono io tutti i giorni, con mio figlio Francesco. A volte mi pare di essere invisibile. Salvatore DAlessio, 73 anni, presidia lentrata su una seggiola di plastica. Custodisce il sito consacrato, quotidianamente. a ogni effetto il guardiano , nel senso che diamo alla parola in questi reportage. Gli siede di fronte il quasi coetaneo Pasquale Barisano, che pure ha a cuore il complesso voluto da Margherita di Durazzo, epoca angioina.

Abito in via Nilo, a due passi afferma Salvatore, guance rosolate dal caldo -. Ogni mattina, il tempo di un caff e corro ad aprire i battenti. Chiude a ora di pranzo e torna nel pomeriggio. Di tanto in tanto qualche turista chiede di entrare. Restano meravigliati. Dietro laltare c un quadro bellissimo, una Santa Marta di Vaccaro padre. Per - ammette - molto spesso mi chiedono solo di usare il bagno in sagrestia e mi dispiace un po. Prima della pensione lavorava in Regione. Settore cultura, ricorda. Sia lui che Pasquale sono confratelli da 40 anni della Congrega che da illo tempore sublima tra questi marmi la sua ragione sociale. La confraternita commissariata ma lattivit ecclesiale resta viva grazie alla comunit srilankese. Celebrano messa ogni domenica, dalle 9 a mezzogiorno. Sono persone educate e gentili e soprattutto di fede. Incredibile: grazie ai migranti del subcontinente indiano che Santa Marta non cade nelloblio, come centinaia di chiese napoletane abbandonate alle ragnatele.

Per noi - dicono Salvatore e Pasquale - un onore custodire questo posto. Lo facciamo in maniera volontaria, disinteressata. E ci piange il cuore quando notiamo che viene escluso dalla lista degli stanziamenti per il centro storico Unesco. Una stoccata alle istituzioni e una alla Curia. Il 29 luglio celebriamo il nome della Santa. Facciamo un rinfresco a nostre spese, due pasticcini. Ma il Cardinale non li pu mangiare, troppi zuccheri. Salvatore DAlessio padre di cinque figli e zio di un nipote famoso di nome Gigi. La sua famiglia abitava a Qualiano e per permettergli di frequentare il Conservatorio di San Pietro a Majella lo ospitavo in casa mia ai decumani. Il racconto finisce qui, di Gigi DAlessio cantante pop preferisce non dire altro. Piuttosto, ammirate che bel presepe, e spalanca le porte di una saletta situata nel piccolo chiostro che ci ributta allImmacolata in pieno luglio, tutta pregna solo di una gigantesca Nativit in sughero e legno. A dicembre scorso non lha visto nessuno: allestimmo in chiesa una mostra darte presepiale ma gli organizzatori censurarono il nostro. Forse per gelosia, chi lo sa. Sempre pi persone invece ammirano il prezioso Codice di Santa Marta, fresco di restauro, allArchivio di Stato: la raccolta di stemmi miniati di re e nobili, angioini e aragonesi, iscritti al Collegium Disciplinatorum Sanctae Marthae che nella chiesa di Spaccanapoli aveva sede.

Si diceva di Masaniello: storia e leggenda si sono ammescate ma certo che nellattuale terra santa, sotto il pavimento maiolicato, fossero stati ammassati alcuni ribelli del 1647 e trucidati a scoppettate e botte in testa dopo la fine del loro capo, Tommaso Aniello dAmalfi, simbolo dogni rivolta popolare non solo napoletana. Infatti i resti umani sono ordinati nelle teche e sorvegliati quale immagine doltretomba da un piccione. I pennuti svolazzano ovunque, Hitchcok scapperebbe inorridito. E sporcano pure. Sti piccioni sono un guaio. Il settantenne provvede a ripulire dal guano, a tenere in ordine. La piet salva i dieci teschi dei ribelli, allineati su un drappo rosso.

Marta di Betania venerata in Provenza: ammazz il Tarasco, mostruosa testuggine con testa di leone, annientandolo con le Ave Maria: ad ogni nuova preghiera si rimpiccioliva. Per Salvatore il Tarasco oggi lindifferenza. Mi sento custode di una storia importante, che troppi ignorano, che va da Masaniello, che era tenace come lo sono io, al monumento secolare. E poi io sto sempre qua, come fanno a dire che sta chiuso?.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news