LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Pietrasanta, lex officina tornata basilica
Alessandro Chetta
Corriere del Mezzogiorno 28/6/2017

Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta negli anni Novanta era un cadavere. Umiliata anche dalle riparazioni dei motorini effettuate sul suo pavimento . Al volgere del secolo qualcosa cambi. Si mossero decisi gli allora poco pi che trentenni Lello Iovine, proprietario dellhotel Neapolis, ed Ermanno Restucci, avvocato. Insieme ad altri appassionati presero in carico ledificio sacro e il suo vicino di casa, la Cappella Pontano.

Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta negli anni Novanta era un cadavere. I meno distratti invocavano una carezza prodigiosa per riportare in vita la chiesa pi alta della citt, 53 metri, sequoia del Decumano di mezzo.

La basilica russava nel sonno trentennale umiliata dallolio delle moto da cross, riparate da un meccanico sul pavimento maiolicato con scarso senso del pudore (le macchie si notano ancora oggi, memento mori ); allombra del cupolone sera imposto uno scalcagnato campetto di calcio e pure un bugigattolo dove il fruttivendolo allevava cacciuttielli . Al volgere del secolo qualcosa cambi. Si mossero decisi gli allora poco pi che trentenni Lello Iovine, proprietario dellhotel Neapolis, ed Ermanno Restucci, avvocato. Insieme ad altri appassionati presero in carico ledificio sacro e il suo vicino di casa, la Cappella Pontano. Ne sono assurti a nuovi guardiani, che poi il leitmotiv di questa serie di reportage del Corriere . Guardiani che hanno sciolto il nodo gordiano alla maniera di Alessandro: tagliandolo; chiedendo alla Curia senza troppi giri di parole di poter curare le piaghe del sito secentesco, elevato su costruzioni paleocristiane e latine. Il progetto piacque a monsignor Vincenzo De Gregorio, tuttora a capo della rettoria della chiesa, e ai soprintendenti ministeriali - ricorda Iovine -. Nel 2002 rimuovemmo la recinzione in ferro che ostruiva laccesso alla piazzetta e nel 2011 nata la Fondazione Polo della Pietrasanta per valorizzare la struttura, ottenuta in comodato. Il sito non aveva, cosa incredibile, neanche il decreto di interesse culturale. Labbiamo richiesto e ottenuto dal Mibact - afferma Restucci - Adesso ne ha due, storico e architettonico. Sono stati poi installati gli impianti elettronici, tecnologici e di videosorveglianza. Ci vogliono parecchi soldi. I soci hanno acceso un mutuo. La sontuosa facciata stata invece restaurata grazie ai fondi del Grande Progetto Unesco. Da quellintervento rimasto fuori, chiss perch, solo lo stemma dei DAponte, ora incappucciato. Dallanno prossimo lo slargo pericolosamente al buio verr illuminato in virt di un accordo con Selav. Il complesso della basilica speculare, c un sopra e un sotto. Su, la chiesa ancora consacrata che ha ospitato la mostra di Sgarbi sui capolavori nascosti; gi, nel sottosuolo, si apre la vertigine. Una nuova porzione di Napoli underground: si scende nella ex cripta, ripulita dai detriti rimossi in tre anni di lavoro, oggi area archeologica. Lambiente ampio, con le piastrelle in cotto napoletano e spicchi di muro in opus reticulatum romano, destinato a incontri pubblici ed eventi culturali. Da qui, sulla mano destra, si accede allo zig zag delle rampe, che ricordano le scale mobili di Perrault alla stazione di piazza Garibaldi. Nel cantiere della Costruzioni meridionali di Giulio Capone gli operai hanno raggiunto la cavit corrispondente a uno degli acquedotti partenopei. Apriremo questo percorso sotterraneo al pubblico dicono Iovine e Restucci, guardiani ben orgogliosi del lavoro fatto -. lungo circa 1 chilometro. Sar uno dei primi in Italia accessibile ai disabili e provvisto di ascensore. Un risultato straordinario per cui bisogna rimarcare anche la disponibilit di tre Soprintendenze, e poi di Comune, Demanio e Genio civile, oltre alla Curia. Ci preme - precisano - fare impresa culturale. Dare lavoro, far s che il posto si autosostenga. Oggi vi orbitano intorno una trentina di persone. Fondi nostri: siamo contrari al mecenatismo di Stato, andrebbe vietato. Piuttosto va organizzato lentusiasmo, che corre in tante direzioni, anche musicali. Qui prova lensemble vocale di Napoli diretto da Lucio Carlevalis. La collettiva sgarbiana lascia il passo a una mostra su Picasso nel periodo di Montmartre, e vi saranno anche dei Modigliani, che a Parigi dellandaluso fu giusta nemesi. I guardiani vorrebbero medicare anche lantichissimo campanile della Pietrasanta, sentinella dellultimo metro di via Tribunali. Sul basamento, tra materiale di spoglio romano, incastrato il ludus latrunculorum , la scacchiera verticale su cui giocavano i legionari. Un reperto raro, imbrattato di vernice nera. Partir un fundrising per ripulirlo. Non baster, lo sporcheranno. Ne partir un altro per ripulirlo ancora. lufficio perpetuo dei Guardiani.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news