LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Barumini, lUnesco fa le valigie
Nicola Perotti
Lunione sarda, 31 luglio 2005

II ministero dell'Economia: manca il piano di gestione e il sito archeologico non ha creato sviluppo
A rischio il titolo di patrimonio dell'umanit
L'Unesco pronto a lasciare Barumini. Manca il piano di gestione obbligatorio per tenere il riconoscimento di patrimonio dell'umanit.

Un passato importante, un futuro incerto: la sopravvivenza del nuraghe di Barumini dipende dalla sua valorizzazione dal punto di vista economico e turistico. Ma manca il piano di gestione, senza il quale su Nuraxi pu perdere il titolo di "patrimonio dell'umanit concesso dall'Unesco nel 1997.
Le prospettive sono poco incoraggianti: basti pensare che ogni anno il nuraghe di Barumini visitato da 60 mila visitatori, mentre il parco "Sardegna in miniatura" di Tuili (il cui biglietto pi salato) accoglie almeno 80-100 mila persone.
L'ACCUSA. Uno studio commissionato dal ministero dell'Economia ha messo in evidenza un
sensibile deficit dell'imprenditorialit locale: pochi manager, risorse umane ed economiche limitate. Un altro dato allarmante che, sinora, la risorsa archeologica non ha prodotto un sufficiente livello di sviluppo. Questo il quadro (ancora provvisorio) tracciato dalla societ "Studiare sviluppo" incaricata dal (Dipartimento per le politiche di sviluppo e coesione) di studiare quanta ricchezza pu produrre Su Nuraxi. Molto poca, purtroppo, spiega Mimmo Cersosimo, docente di Economia regionale all'universit della Calabria, che coordina uno staff di tre economisti. La stessa Unesco aveva sollecitato il Piano di gestione per garantire la salvaguardia attraverso la promozione turistica del sito archeologico. La posta in gioco alta. Senza un adeguato programma scritto, il titolo concesso dall'Unesco decade e il complesso archeologico non potr pi contare sul valore aggiunto dato dall'importante riconoscimento. Oltre all'etichetta, per, potrebbero venir meno una serie di opportunit, come i finanziamenti previsti da un disegno di legge che contiene "Misure speciali di tutela e valorizzazione delle citt italiane inserite nella lista del patrimonio mondiale". Il testo prevede ad esempio incentivi alle amministrazioni che si occupano della tutela e del restauro dei beni culturali e ambientali, della predisposizione di servizi per laccoglienza e della realizzazione di aree di sosta e sistemi di mobilit.
LA DIFESA. Le quattro amministrazioni comunali interessate allo sviluppo turistico del territorio (Barumini, Gesturi, Tuili, Las Plassas) stanno lavorando alla stesura del testo: entro settembre dovrebbero discutere il piano, che prima dell'approvazione sar sottoposto al vaglio della Regione. Lo studio della societ "Studiare sviluppo" di supporto al piano che, come ricorda Cersosimo, dovr tenere conto di determinati fattori: Si tratta di un'area scarsamente popolata con deficit di risorse umane. Ci significa che la strada della diversificazione obbligatoria perch la valorizzazione della zona non circoscrivibile solo in quell'area. Il nuraghe di Barumini identifica il territorio in modo eccellente, ma non l'unica risorsa in grado di produrre sviluppo. Le amministrazioni locali, secondo l'economista, dovranno delineare politiche in grado di creare e far funzionare una rete di servizi diffusa su tutta la Marmilla. Ancora: II complesso archeologico -dice - andrebbe inserito in un sistema ancora pi ampio che dalla dimensione provinciale passa a quella regionale e nazionale. d'accordo il sindaco di Barumini, Emanuele Lilliu: La creazione di una risorsa turistica importante dev'essere intesa in termini pi ampi rispetto a quelli locali. Tutti i Comuni dovranno lavorare insieme perch ognuno ha qualcosa da dare. Non possiamo rischiare di perdere il riconoscimento dell'Unesco -ha aggiunto - perch un vero e proprio marchio di qualit.
(Unioneonline)



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news