LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Mudec, la pace e i distinguo
Maurizio Giannattasio
Corriere della Sera - Milano 21/6/2017

Scoppia la pace tra David Chipperfield, progettista del Mudec e Comune dopo la guerra del pavimento. Larchistar riconosce la paternit dellopera, il Comune riconosce che lopera difforme rispetto al progetto originario.

Il Mudec ritrova il suo padre biologico, il Comune riconosce che lopera difforme rispetto al progetto originario e piazzer un grande cartello allingresso principale del museo dove spiega che ci sono stati scostamenti di impatto estetico rispetto allidea iniziale. Scoppia la pace tra larchitetto David Chipperfield, progettista del Museo delle Culture e Palazzo Marino dopo la guerra che ha provocato due anni di carte bollate, diffide e interventi del tribunale.

Motivo del contendere i lavori di posa del pavimento, le finiture oltre al rivestimento in pietra dello scalone che secondo larchistar avevano trasformato la sua opera in museo degli orrori tanto da disconoscerne la paternit. Tesi opposta quella di Palazzo Marino secondo cui i lavori erano stati eseguiti in conformit al progetto, tanto da presentare un ricorso al tribunale per chiedere un accertamento da parte di un organo terzo. Ieri, la conclusione della vicenda. Su invito del Tribunale i contendenti hanno firmato una transazione bonaria il cui contenuto stato affidato a un comunicato stringatissimo: Larchitetto riconosce la paternit dellopera architettonica e il Comune riconosce che limpatto estetico della pavimentazione del museo e del rivestimento in pietra dello scalone non riconducibile a quello originariamente concepito.

Sono estremamente contento dice lassessore alla Cultura, Filippo Del Corno che ha seguito lintera vicenda una notizia positiva perch un edificio cos bello, entrato nel cuore delle persone ha il riconoscimento del suo autore. Va a merito di Chipperfield. stato un percorso positivo ed stato corretto riconoscere le difficolt che possono intervenire nella realizzazione di unopera pubblica. La lunghezza del procedimento ha provocato delle difformit che per non impediscono il riconoscimento dellopera. Il Mudec oltre a un bellissimo museo opera di un grande architetto. In realt, laccordo, prevede unaltra serie di adempimenti. Basta scorrere la delibera di Palazzo Marino che fissa le linee guida della transazione. A partire dallintervento sulla pavimentazione da realizzarsi entro sei mesi dallaccordo. La motivazione? La grande affluenza di pubblico (918 mila visitatori dal giorno di apertura a marzo 2015) ha richiesto la frequente apertura delle botole dove risiedono i cavi elettrici e questo ha provocato sbeccature o spaccature delle lastre del pavimento. Lappalto stato affidato al Consorzio cooperative costruzioni, lo stesso che aveva curato i lavori nella prima fase. Dovranno rifare la bordatura di 77 botole. Inoltre, verranno sbloccati 140 mila euro a saldo e stralcio di tutti i contratti stipulati dal 2000 al 2012 per la progettazione delledificio. Entrambi i contendenti rinunciano a qualsiasi azione legale nei confronti dellaltro. Nellingresso principale del Mudec verr installata, in posizione necessariamente visibile da tutti i visitatori, un pannello che assomiglia pi a un provvedimento burocratico che a una nota illustrativa: Il Mudec sar scritto sulla targa stato realizzato sulla base di un progetto predisposto dallAti di imprese guidate dallarchitetto David Alan Chipperfield e composta da David Chipperfield Architets Ltd, Sajni e Zambetti srl, e dallarchitetto Giuseppe Zampieri, a seguito dellaggiudicazione nellanno 2000, del concorso internazionale di progettazione bandito dal Comune di Milano nel 2019 denominato Ansaldo La Citt delle Culture. Le complesse fasi di progettazione e di realizzazione, questultima dal 2008 al 2014, si sono protratte per circa quindici anni comportando alcuni scostamenti di impatto estetico rispetto a quanto originariamente concepito. Tali scostamenti non hanno comunque impedito allAti e, in particolare, alla David Chipperfield Architect srl e allarchitetto David Chipperfield di riconoscere lopera nel maggio 2017. Da parte sua Palazzo Marino acconsente allarchitetto inglese di inserire sul suo sito web, o in successive pubblicazioni o interviste relative al Mudec, un avviso che precisi che il risultato estetico della pavimentazione e del rivestimento in pietra dello scalone non riconducibile a quello originariamente concepito.



news

15-02-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 febbraio 2019

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

Archivio news