LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Senza la Soprintendenza lalbero non si ripianta
Ester Palma
Corriere della Sera - Roma 18/6/2017

Cera una volta in piazza Margana, nel cuore di Roma, dietro piazza Campitelli, un grande albero che rendeva magico tutto lambiente intorno.

Potrebbe essere linizio di una favola urbana, ma a Roma le favole non hanno quasi mai un lieto fine. E, almeno per ora, non lo ha neanche questa, che iniziata trentacinque anni fa nel centro storico.

Un seme portato dal vento si posa nella scenografica piazzetta e d origine a un magnifico ailanto, specie dalle radici profonde e a volte pericolose per la loro forza dirompente. Ma nessuno dei residenti se ne era mai lamentato, anzi lalbero era ormai parte del panorama quotidiano. Nel gennaio 2016 per un grosso ramo si spezza Avrebbero potuto potarlo - dice Giorgio Carra, il lettore che spesso segnala le tante storie scombinate di Roma -. Invece il Servizio Giardini lo ha abbattuto, peraltro lasciando mezzo metro di tronco.

Raccogliendo le proteste dei residenti, Carra scrive al Comune e allassessore allAmbiente Montanari, nel dicembre scorso. A chiedere la soluzione della vicenda, dopo mesi del solito tira e molla capitolino, con i cittadini disposti a acquistare il nuovo albero, era stato anche lambasciatore Fabrizio Santurro, che in una mail a Carra scriveva: Quello che pi ferisce questa resistenza ad oltranza. E come se il voler ripristinare qualcosa di bello urtasse l indifferenza generale, che ha la sua ragion dessere solo nel mettersi di traverso o nel rinviare, contando sulla stanchezza dei cittadini, alle calende greche la non soluzione. Ma, come altri, non demordo. Il 21 marzo scorso arriva la risposta di Montanari via mail: Siamo assolutamente daccordo. Occorre procedere con urgenza. Il dottor Mori (in copia) interverr.

Tutto a posto dunque? No. Perch Antonello Mori, direttore del Servizio Giardini, replica, sempre per mail: Nulla in contrario al nuovo albero in piazza Margana, in un sito idoneo e individuato preventivamente dal I Municipio che dovr realizzare anche la tazza di impianto, acquisendo prima le obbligatorie autorizzazioni delle Soprintendenze Capitolina e Statale, stante la presenza di reperti archeologici nel sottosuolo ed essendo proprio nellarea centrale di Roma dove i beni culturali e archeologici sono tutelati dallUnesco, e la possibile presenza nel sottosuolo di impianti di servizio quali gas, acqua, ecc.. Quanto allalbero che non a caso caduto confermo che era un ailanto, specie infestante di origine cinese che cresce in spazi sovente non idonei come quello in questione ed soggetta a schianti improvvisi e imprevedibili proprio per la crescita casuale. Per lalbero nuovo sarebbe meglio il leccio, albero tradizionale del Lazio e sacro ai Romani, visto il sito. Poi, pi nulla.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news