LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Un doppio vincolo per l'ippodromo
12 giugno 2017 LA REPUBBLICA




LA PAURA dei residenti e delle associazioni ambientaliste di veder cancellati da case e cemento la storia e il paesaggio dell'ex ippodromo del trotto non mai passata. Con le preoccupazioni che, per, ultimamente sono tornate ad addensarsi dopo che la proposta lanciata anche da Italia Nostra di tutelare l'impianto non stata accolta dalla commissione regionale che unisce i sovrintendenti lombardi ai beni culturali. Ma adesso partito ufficialmente un nuovo tentativo di salvare l'area.

L'operazione in corso proprio in questi giorni, con una richiesta- bis che sta perfezionando la sovrintendenza milanese. un altro provvedimento che verr presentato e che lo stesso comitato lombardo avrebbe indicato come la soluzione migliore. Si tratta di un doppio vincolo. Una blindatura forte vincolo diretto, la dicitura precisa per la parte delle scuderie progettate dall'architetto Paolo Vietti Violi: se il dossier andr in porto, diventeranno un monumento che non potr essere abbattuto e ricostruito. Salvo.

Sull'ex trotto, invece, la barriera difensiva si alleggerir, ma si cerca comunque di erigere un argine. In questo caso, la protezione immaginata riguarda la possibilit di concedere un vincolo chiamato indiretto. Vuol dire che su quell'area dove ormai non ci sono pi gare e cavalli non sar vietato costruire, ma non si potr edificare qualsiasi cosa e in qualunque modo. Se sar presentato un progetto urbanistico, insomma, ci saranno prescrizioni che potrebbero riguardare anche le funzioni da far spuntare. E soprattutto, sar anche la sovrintendenza e non solo il Comune a dare un parere fondamentale per avere il via libera. Riparte da qui, e dal doppio vincolo, la partita dell'ex trotto. Un percorso che, per, durer 180 giorni: questi i tempi necessari per capire se, questa volta, arriver un esito positivo.

Proprio la "bocciatura" arrivata nei mesi scorsi alla richiesta di una tutela complessiva aveva scatenato dubbi e allarmi nel quartiere. L'area considerata da sempre strategica per la sua posizione, ha scatenato negli anni appetiti immobiliari. Ancora di pi dopo la chiusura delle attivit ippiche. Lo stesso Palazzo Marino, che sembra contrario a veder spuntare l case e palazzi, si augura che il vincolo arrivi. Anche perch vorrebbe dire, appunto, che qualsiasi piano eventuale dovr passare al vaglio della sovrintendenza. La strategia di piazza Scala chiara. Come il destino dell'area a due passi da San Siro. Per noi il centro della zona e rimane lo stadio e ci aspettiamo progetti che sviluppino l'area con attivit sportive e un forte richiamo al verde, dice l'assessore all'Urbanistica Pierfrancesco Maran. Inter e Milan volevano realizzare proprio sul trotto servizi sportivi e commerciali in grado di allargare il Meazza. Per ora, per, sembra tutto fermo. Con la Snai, proprietaria dell'area, per, che non ha mai rinunciato a valorizzare anche dal punto di vista economico quel tesoro.

(alessia gallione)




news

15-02-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 febbraio 2019

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

Archivio news