LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Anfore, reperti e cannoni di bronzo a Sciacca ha aperto il Museo del mare
CARLO OTTAVIANO
08 giugno 2017 La Repubblica




Sicani e cretesi; fenici e greci; romani, vandali, arabi e normanni; e ancora svevi, angioini, aragonesi. E pi recentemente Borboni e Savoia. Alzi la mano chi non ha messo piede e invaso Sciacca e questa parte dell'isola. Arrivando dal mare e in quel mare lasciando testimonianze. Ma ora gran parte dei tesori custoditi dalle acque per secoli e secoli, sono tornati alla luce e visibili grazie all'apertura, neanche un mese fa, del nuovo Museo del mare e delle attivit marinare di Sciacca. Reperti di altissimo pregio storico e archeologico recuperati prevalentemente nei fondali dinanzi la cittadina termale, che raccontano la stessa citt, il suo mare, e una civilt passata.

All'interno del complesso monumentale Fazello, sono esposti 70 anfore e reperti di diverso periodo storico dal IV-V secolo a.C. al '500 - sequestrati negli anni dalla Guardia di Finanza. In bella mostra otto antichi cannoni in bronzo e in ferro e circa 100 altri oggetti e armi recuperati dalla nave mercantile basco-genovese San Juan Parissona, naufragata nel gennaio del 1581 nella Baia di Cammordino a circa 300 metri da Coda della Volpe, il costone roccioso su cui sorge il nuovo stabilimento delle Terme. Dal relitto della nave individuata a mare negli anni Novanta provengono i due bellissimi affusti di cannoni di bronzo di oltre tre metri di lunghezza - uno marcato dallo stemma di una salamandra - vistosamente dorati e decorati con iscrizioni, cos come le piccole pallottole di piombo per moschetti o archibugi e cunei utilizzati per bloccare i "mascoli". Nella nave c'erano anche due petriere in ferro, una con il mascolo (l'odierno mortaretto metallico posto dietro un cannone) ancora inserito, segno inequivocabile d'imminente combattimento.

Entrando al Museo spiega l'architetto Michele Benfari della Soprintendenza del mare si fa un tuffo nella storia che d anche la possibilit di ammirare l'arte dei maestri ceramisti e corallari saccensi, di cui sono esposte diverse opere, compresa la statua del poeta del mare Vincenzo Licata realizzata dallo scultore Filippo Prestia .

Il museo realizzato grazie a Comune di Sciacca, Sovrintendenza del mare, Sovrintendenza ai Beni culturali, Lega Navale e Gruppi archeologici d'Italia all'interno dell'antica chiesa dello Spasimo, in stile gotico-catalano, dove si pensa sia nato nel 1498 lo storico e teologo Tommaso Fazello. Tutta la struttura architettonica da ammirare, con le numerose trifore e bifore, il grande portale ad arco e sull'altare maggiore della chiesa l'affresco raffigurante lo Spasimo, copia della famosa tela di Raffaello esposta al Prado. Il Museo del mare sarebbe dovuto sorgere in contrada Muciare, ma lo scorso novembre una terribile alluvione aveva sepolto nel fango i reperti gi installati. Incredibilmente e la cosa in Sicilia ha quasi del miracoloso in pochissimi mesi stata individuata e approntata un'altra sede, adesso appena inaugurata. E basterebbe questo per visitare il bel museo.




news

16-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news