LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Controlli inesistenti nel Colosseo blindato si porta dentro di tutto
RORY CAPPELLI GIULIA SANTERINI
01 giugno 2017 LA REPUBBLICA



COLOSSEO, il giorno dopo. Una squadra di vigili del Fuoco saggia tutte le rete che circondano il Colosseo, due persone controllano i biglietti per l'Anfiteatro Flavio proprio davanti all'Arco di Costantino, i militari dell'esercito ogni mezz'ora fanno un giro all'interno. Ma per il resto tutto come nella video inchiesta di RepubblicaTv (online ieri) che documentava le falle nel sistema di sicurezza, dimostrando quanto sia facile introdurre ogni tipo di oggetto nel monumento pi famoso del mondo. Eppure nessuno ha voluto, o potuto, commentare: n la questura, n la prefettura, tanto meno il vertice del Parco archeologico del Colosseo.

Ed tutto come prima anche nel contorno di bagarini che, intorno all'Arco di Costantino, in un sussurro offrono biglietti super maggiorati, nonostante gli annunci in tre lingue che spiegano come le biglietterie siano gli unici luoghi deputati a venderli. Di bengalesi che in maniera insistente cercano di rifilare a un euro l'una bottiglie d'acqua ghiacciata per tre, quattro, cinque volte. Per non parlare della security privata pagata a peso d'oro, tanto che nel bilancio della Soprintendenza speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l'area archeologica di Roma 2016, alla voce "Spese per i sistemi di sicurezza e servizi di vigilanza (norme antiterrorismo)", a fronte dell'importo richiesto di un milione e 600 mila euro sono stati stanziati due milioni e 400 mila euro, per la maggior parte (se non completamente) investiti nei 18 uomini dell'Istituto dell'Urbe che al metal detector controllano gli accessi, e, all'interno dei Fori Imperiali e del Colosseo, dovrebbero tenere d'occhio i visitatori.

Un veronese arriva di fronte alla bocca del metal detector, ha una bottiglia d'acqua in mano, la infila dentro lo zaino che mette nel contenitore azzurro per farlo "scannerizzare": ma nessuno lo blocca per fargli buttare quel contenitore che potrebbe essere pieno di qualunque cosa. Non solo - spiega Marguerite, una guida turistica inglese - io, dall'orario di apertura a quello di chiusura, vedo sempre le stesse facce, con turni che facendo un semplice calcolo devono essere di almeno 11 ore. Oltretutto hanno addosso giubbotti antiproiettile e cappellini. Come facciano

a resistere senza svenire, non lo so.

Gli orari e le mansioni dovrebbero essere decisi dall'Istituto e poi approvati dalla questura. Ma nessuno in questura conferma o smentisce. Una cosa sembra certa, sostiene George, un americano che ha lavorato nella security internazionale degli aeroporti: Questi non hanno fatto alcun corso. Non sanno proprio cosa voglia dire controllare al metal detector. Magari mi sbaglio, lo spero. Di sicuro all'ingresso del Foro Palatino, i due addetti al metal detector discutono animatamente di Totti insieme a un amico, mentre passa loro sotto il naso la bottiglietta d'acqua.

Quasi sette milioni di visitatori l'anno, 20mila persone al giorno, un'area vastissima, il controllo vero e capillare sembra un miraggio. Eppure, per esempio, qualunque esperto di sicurezza sosterrebbe che la coda per entrare nell'Anfiteatro Flavio dovrebbe snodarsi all'esterno e non all'interno, come oggi. E invece al Colosseo si entra entrando al Colosseo.



news

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

12-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 12 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news