LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

POMPEI-Borchia rubata a Pompei: "Ma una maledizione sta per colpire il ladro"
Nino Materi
Giornale, 19/05/2017

Sistema di videosorveglianza in tilt. Dove per ha fallito la tecnologia, arriver un anatema


Cosa vuoi di pi dalla vita? Un lucano. E infatti questa una vicenda amara che - di lucanit - abbonda.

Lucano (precisamente di Venosa, patria di Orazio, il poeta del Carpe Diem) il direttore generale della Soprintendenza di Pompei, professor Massimo Osanna; lucana la borchia del VI a.C. (proveniente dal Museo archeologico Dinu Adamesteanu di Potenza) rubata ieri mentre era in mostra negli scavi pi affascinanti del mondo; e lucana - in un certo senso - anche l'atmosfera di tragicomica superstizione che ammanta l'ultimo (almeno, si spera) colpo avvenuto all'ombra della citt incenerita.

Lapilli di vesuviana memoria pronti ora a fulminare l'ignoto trafugatore di borchia, certo non al corrente della maledizione destinata ad abbattersi su di lui, la sua famiglia e sui suoi discendenti fino alle prossime tre generazioni. A meno che...

A meno che non venga restituito il maltolto (assicurato per 300 miseri euro, ma - pare - dal valore storico inestimabile). Noi lo diciamo nel suo stesso interesse: caro ladruncolo, pentiti e rispedisci subito la borchia - pi o meno preziosa - all'illustre professor Osanna. Altrimenti saranno guai. Come sanno bene le decine di turisti - ribattezzati furbetti delle scavetto - che in passato pensarono bene di concludere la visita a Pompei grattando un piccolo souvenir, poi sapientemente occultato in borsa.

Peccato che da allora la loro vita sia diventata un inferno, tra disgrazie a non finire; i poveretti ignoravano infatti che sottrarre i reperti pompeiani porta male e che la sfortuna ad essi collegati pu arrestarsi solo riportando alla base l'oggetto dolosamente sgraffignato.

Esattamente come fatto nel corso degli anni da centinaia di turisti macchiatisi della medesima colpa: rubare dagli scavi un ricordino illudendosi di sfuggire alla maledizione. Che invece arriva. Sempre. Sotto forma di un'implacabile sfiga. Si spiega cos la saggia decisione di rispedire all'indirizzo della Direttore generale della Soprintendenza di Pompei decine di pacchetti contenenti reperti di varia natura, ma accomunati da un'unica caratteristica: essere stati appunto trafugati durante le visite turistiche. Una forma di rimorso a sfondo archeologico-jettatorio che spinse il professor Massimo Osanna a ideare addirittura una mostra dal titolo Quello che mi porto via da Pompei. Il tutto corredato da lettere di scuse, supplicanti la benevola fine della maledizione. Tanti gli esempi: come quello di un turista spagnolo che aveva trafugato un pezzo di intonaco decorato, e che ha restituito il bottino mettendo nero su bianco come quel furto compiuto in una gita culturale fosse stato foriero di disavventure e disgrazie patite da lui e dalla sua famiglia. Idem per una signora inglese che nel 2015 invi un pezzo di mosaico rubato negli anni '70 dai suoi genitori: Vi restituisco quanto prelevai indebitamente nel 1983 e che mi ha portato solo disgrazie. Ora mi sento libera.

Mentre liberi (almeno dal sospetto) non si sentono affatto i sindacati che tutelano il buon nome dei custodi di Pompei. Categoria perennemente in rotta di collisione col professor Osanna, anche quando quest'ultimo - come nel caso del furto della borchia lucana - non li ha accusati di nulla. Ma bastata qualche innocua frasetta del direttore per scatenare Cgil, Cisl, Uil, Unsa e Flp: Assistiamo all'ennesimo tentativo di gettare ombre sul personale di vigilanza. Evitando di ricordare che il sistema videosorveglianza non copre l'intera area del parco.

la riprova di come tra Osanna e sindacati il dialogo resti difficile. Ma questa un'altra storia.

Anzi, un'altra maledizione.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news