LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA-Foro Boario: lArco di Giano? No, in realt di Costantino
Maria Rosaria Spadaccino
Corriere della Sera-Roma, 18/05/2017

Un intervento voluto dal World Monuments Fund che con American Express ha donato 215 dollari, che si aggiungono ai 100mila euro gi stanziati dalla soprintendenza




Non era di Giano, ma di Costantino. Una conferma per gli archeologi, una scoperta per gli altri: uno dei gioielli del Foro Boario, larco di Giano in realt era dedicato allimperatore Costantino. Tre lettere Cosscoperte grazie alla ripulitura del marmo, hanno dato la conferma che il monumento era dedicato allimperatore dai suoi figli. il regalo della prima tappa del restauro di uno dei monumenti pi affascinanti del Foro Boario, ai piedi del Palatino.

Era una fortezza

Un intervento voluto dal World Monuments Fund che con American Express ha donato 215 dollari, che si aggiungono ai 100mila euro gi stanziati dalla soprintendenza. Siamo nella prima fase - dice Maria Grazia Filetici, direttore dei lavori - per ora si potuto studiare lo stato di tutto larco sia dal punto di vista conservativo che strutturale, mappando tutte le sedici facciate. Come il Colosseo nel medioevo il sito stato una fortezza militare, occupata dalla famiglia dei Frangipane e deve, con ogni probabilit, a questa seconda vita, la buona qualit del suo stato attuale.

Sfatato il mito di Giano

Con questo restauro possiamo innanzi tutto sfatare un mito - spiega la direttrice scientifica, Mirella Serlorenzi - Venne chiamato di Giano da antiquari del Rinascimento per via dei suoi quattro ingressi che ricordano la due facce del dio. La presenza dellarco di Costantino era gi segnalata dai cataloghi regionali del IV secolo, come Arcus Divi Costantini - continua larcheologa- . Il marchio apparso in un blocco della scala dellattico ci indica che proprio questo. Il monumento ad arco a pianta quadrata era arricchito da 48 statue, un tempo incastonate nelle nicchie.

La scomparsa delle cancellate

Lattico stato costruito come una strada, con i sanpietrini, dove ovviamente scorre acqua che penetra nella struttura, uno dei problemi da risolvere al pi presto. Come anche lattacco degli agenti atmosferici ed inquinanti che rendono pi fragile la pietra, per questo si sta combattendo con ultimi ritrovati biocompatibili. La speranza del soprintendente Francesco Prosperetti far sparire le cancellate, apparse dopo gli attentati del 1993 a san Giorgio al Velabro, spero che si riprenda al pi presto il dialogo con il Comune per un piano presentato gi ai tempi del commissario Tronca. Il monumento senza le cancellate regalerebbe un complesso archeologico unitario che inizia dai tempi di Ercole e Portuno fino alle pendici del Palatino. Anche la fondazione Fendi si era detta disponibile a collaborare al presidio dellarea. E per far conoscere la bellezza del sito il 25 maggio ci sar la notte di Luce al Foro Boario ed il giorno successivo il Watch Day con visite anche sui ponteggi.



news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news