LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Grandi navi, pronti i nuovi limiti. Il Contorta archiviato per sempre
Alberto Zorzi
Corriere del Veneto 16/5/2017

Capitaneria, Porto e Provveditorato al lavoro: lipotesi di interventi per ridurre i fumi

VENEZIA. Capitaneria di Porto, Autorit portuale e Provveditorato alle opere pubbliche, oltre ai piloti. E questo il tavolo che, da un paio di mesi, sta lavorando sullipotesi di una nuova serie di limitazioni e mitigazioni legate allingresso in laguna delle grandi navi da crociera. Lobiettivo quello di dare un segnale allopinione pubblica, dopo le tante proteste che si ripetono sullargomento. Uno dei temi su cui potrebbero esserci nuovi limiti quello della riduzione dei fumi.

VENEZIA. LAutorit marittima, dintesa con il Magistrato alle Acque di Venezia e lAutorit portuale, adotta misure finalizzate a mitigare i rischi connessi al regime transitorio. Cos recita il decreto Clini-Passera, approvato ormai cinque anni fa, nella parte in cui stabiliva che il limite delle 40 mila tonnellate di stazza per le navi in transito davanti a San Marco fino possa essere derogato fino a quando non sia stata trovata la disponibilit di vie di navigazione praticabili alternative a quelle vietate. E da un paio di mesi un tavolo tecnico tra i tre enti (Capitaneria, Porto e Provveditorato interregionale alle opere pubbliche, oltre ai piloti) sono al lavoro per stabilire nuove norme che rendano meno impattante il passaggio delle enormi navi da crociera a due passi dal salotto della citt storica. Stiamo lavorando su tante possibilit, che poi dovranno essere oggetto di valutazione del ministero - dice il comandante Goffredo Bon - la legge impone misure di mitigazione, che vanno riviste e intensificate.

Anche perch in realt la vera e principale misura stabilita ancora nel 2013 dalla Capitaneria, quella del limite massimo di 96 mila tonnellate, stata spazzata via dai giudici amministrativi e se oggi ancora vigente solo per la volont delle compagnie, che hanno deciso di autolimitarsi, anche a costo di perdere oltre 300 mila passeggeri in questi anni. E da qualche giorno, oltre alle misure transitorie, manca anche lobiettivo finale, per lo meno nelle carte ufficiali. Il comandante Bon, infatti, lo scorso 5 maggio dopo aver ricevuto una nota dallAutorit portuale di sistema che lo informava della bocciatura dellipotesi di scavo del canale Contorta-SantAngelo da parte della commissione di valutazione dimpatto ambientale e del fatto che lo stesso ente aveva ormai rinunciato a sostenerlo ha revocato il decreto 472 del dicembre 2013 che metteva proprio il Contorta al centro della procedura, come ipotesi di partenza prescelta, e da l avviava il confronto tecnico tra quelle alternative. In questo momento dunque non c alcun progetto adottato dallAutorit marittima: n il Duferco-De Piccoli, cio lipotesi di un terminal di scalo alla bocca di Lido, che ha superato la Via ma non ha il parere favorevole dei ministeri e del nuovo presidente del Porto Pino Musolino, che a parole lha bocciato in pi circostanze e sta proseguendo il ricorso al Tar avviato dal suo predecessore Paolo Costa; n per il Vittorio Emanuele, che in attesa del Comitatone di inizio giugno ancora in fase progettuale. Aspettiamo che da Roma ci comunichino un progetto che non solo abbia superato la Via, ma che sia anche approvato dal livello centrale, dice Bon, lasciando capire che il Duferco non lo . Anche sui nuovi limiti la Capitaneria, finita le proprie valutazioni, intende dialogare con il ministero: solo dopo un nuovo decreto interministeriale che li recepisca arriverebbe lordinanza.

Nel frattempo per si ritenuto che servisse lanciare un nuovo segnale alla popolazione e anche a quei comitati che di recente hanno depositato un esposto alla procura proprio accusandola di inerzia sulla vicenda. Per ora le ipotesi sono al vaglio, ma pare che potrebbero esserci delle nuove misure per contenere linquinamento (per esempio istituzionalizzando laccordo blue flag, anche con la pubblicazioni delle analisi) e altri limiti, forse sulla sicurezza.



news

18-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news