LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Cividale, dagli scavi emerge unabitazione del XIII secolo
di Lucia Aviani
15 maggio 2017 IL TIRRENO

successo in piazza Garibaldi. La scoperta conferma l'esistenza di edifici che vennero demoliti dopo l'et rinascimentale, quando si decise di realizzare nel contesto la piazzetta tuttora esistente

CIVIDALE. Continua a regalare sorprese piazza Garibaldi, gi teatro di un importante rinvenimento archeologico e ora nuovamente prodiga di resti.

Dal secondo fronte di scavo aperto nello slargo, che la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia - d'intesa con il Comune - ha voluto analizzare approfittando dei lavori in corso per il restyling del sito, sono infatti emerse le tracce di un'abitazione in uso almeno del XIII secolo; le era annesso un ambiente interrato coperto a volta, che veniva utilizzato come discarica casalinga.

La scoperta conferma l'esistenza, al di sotto dell'attuale piano di calpestio, di edifici ad uso abitativo che vennero demoliti dopo l'et rinascimentale, quando si decise di realizzare nel contesto la piazzetta tuttora esistente.

Da un saggio in profondit eseguito nellarea del cantiere, che si sviluppa sul lato della piazza contiguo all'imbocco di via Patriarcato, si pu cogliere con nettezza la stratigrafia che caratterizza la storia di Cividale, dall'epoca tardo romana fino a quella longobarda e alle fasi successive, testimoni di una continua e ben evidente evoluzione costruttiva.

Gli archeologi stanno adesso completando la registrazione dei reperti portati alla luce: al termine dell'operazione lo scavo verr ricoperto.

Le indagini nel sottosuolo non sono per concluse. Proseguiranno, a breve, nell'attigua piazza San Giovanni, ambito in cui secondo le fonti esisteva uno xenodochio (da cui il nome della chiesa, San Giovanni in Xenodochio appunto), ovvero una struttura di ricovero e accoglienza fatta costruire, nell'VIII secolo, dal duca longobardo Rodoaldo.

Piazzetta Garibaldi, per parte sua, ha gi restituito - nella precedente tornata di scavi, anch'essi ricoperti al termine dei rilevamenti - possenti muri d'et basso-medievale e rinascimentale, composti da blocchi di pietra e interrotti da una soglia d'accesso: appartenevano a un immobile di pregio, verosimilmente una prosecuzione di quello individuato a suo tempo nella confinante piazza Paolo Diacono.

Negli strati inferiori era stata inoltre riscontrata la presenza
di un pavimento in cocciopesto, testimonianza del periodo tardo-romano. Lo scandaglio delle due piazzette, interessate dai cantieri per la riqualificazione ormai da qualche mese, finalizzato a raccogliere elementi stratigrafici utili ad approfondire la conoscenza della citt antica.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news