LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Con via Dante e lAmbrosiana cuore e cultura
P. DA.
Corriere della Sera - Milano 14/5/2017

Ventuno anni fa, quando fu decisa la pedonalizzazione di via Dante e la citt si divise, Roberto Libretti fu tra gli sponsor pi entusiasti del progetto di chiusura al traffico. Lo zoccolo duro dei negozianti era favorevole racconta : la pizzeria Il Castello, il bar Lo Sforzesco e Le scarpe di Paolo dove con mio suocero lavoravano mia moglie Francesca e le sue sorelle Anna e Rosi. Da sei anni, Libretti, 65enne presidente di Assorefici e vie limitrofe, lavora al progetto di ampliamento dellisola fino a includere via Orefici.

I negozianti in via Dante si divisero.

Molti erano indecisi, altri impauriti. Era stato pedonalizzato corso Vittorio Emanuele che per era attaccato al Duomo. Non cerano altri precedenti. Si chiedevano: come scarico la merce? Come arrivano fin qui i pompieri? Ero certo che la via sarebbe diventata un salotto. Fino a quel momento era un vialone a scorrimento veloce dove passavano i bus turistici e persino la 60.

Tante auto, pochi pedoni, come la via Orefici di oggi ?

Esatto, mentre via Dante pullula di turisti, la via Orefici, che una strada ampia e bruttina nonostante abbia un enorme potenziale, trafficata di taxi e auto blu ma non ci sono pedoni. Per questo necessario cominciare con delle giornate di chiusura al traffico sperimentali. Stiamo cercando sponsor e i primi 2 li abbiamo trovati.

Qual il potenziale di questa strada?

Ci sono due aspetti da valutare oltre a quello commerciale. Il primo prospettico: da qui parte la linea che va dritta alla torre del Filarete. E non c un altro boulevard naturale lungo come questo, da via Dante a Orefici, dove saffacciano palazzi meravigliosi e tutti alla stessa altezza.

Il secondo?

culturale. Qui non abbiamo i grattacieli griffati ma abbiamo la storia, da una parte Ludovico il Moro e dallaltra il Duomo e piazza Mercanti e le vie delle arti e mestieri. C il cuore della citt, della Milano romana. Fai dieci passi ed entri nellAmbrosiana.

Quindi?

La Pinacoteca con noi. Le chiusure sperimentali hanno un significato anche culturale. Ora venuto in visita Obama ma quanti non la conoscono? Io ne sono innamorato da quandero ragazzo e decisi con la fidanzatina di allora, la Donatella, di visitare lAmbrosiana invece di andare al Carminati, una sala da ballo in voga in zona Duomo.

Come entra la Pinacoteca nel progetto?

La prima domenica di chiusura al traffico della via cadr il 29 aprile 2018, nel giorno del quarto centenario della sua apertura. E poi saranno le riproduzioni in gigantografia del Codice Atlantico, la Canestra di frutta di Caravaggio, il Musico di Leonardo da Vinci e tanti altri gioielli l custoditi ad animare la via Orefici in quelle giornate di sperimentazione.

Per quella data sar a buon punto la trasformazione della vicina piazza Cordusio.

Questo sicuro, arriveranno centri commerciali, marchi internazionali, hotel a sette stelle... ed bene poter offrire ai milanesi e ai turisti unaltra prospettiva, mostrare cosa potrebbe essere il centro con la via Orefici pedonale. Da un marciapiedi allaltro ci sono da 15 a 18 metri di profondit. C lo spazio per i tram e c lo spazio per pedoni e biciclette.



news

16-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news