LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

In Giappone ci amano, facciamo sistema.
IL MATTINO, 28 luglio 2005


Il commissario generale Donati: ricadute di immagine immense. Dobbiamo proporre aree turistiche fuori dai circuiti

NAGOYA. Umberto Donati, commissario generale dell'Italia per l'Expo di Aichi, gi trova che tutti i conti stiano tornando. Con qualche surplus. Alla fine il nostro padiglione sar stato visitato da almeno due milioni di visitatori. Le ricadute in termini pubblicitari potrebbero sfiorare il valore di 70 milioni di euro. Noi per l'allestimento ne abbiamo spesi 15 con un progetto approvato da tutte le forze politiche in parlamento. Giornali e tv parlano continuamente dell'Italia. Pochi giorni fa un reportages di due ore stato dedicato ad Amalfi. I biglietti per i nostri appuntamenti culturali vengono contesi.
Un successo che viene da lontano con l'Italia da sempre nel cuore dei giapponesi.
La loro una autentica passione. Non c' manifestazione del made in Italy che non crei grande interesse. Ma abbiamo sviluppato nuove potenzialit con la nostra partecipazione all'Expo. Da noi tutti guardano alla Cina, forse bisognerebbe mostrare pi attenzione al Giappone che, non dimentichiamolo, ci ama. Nuovi spazi di mercato si possono aprire. Non bastano le vetrine del fashion a Tokyo. Bisogna fare sistema coinvolgendo enti locali, istituzioni culturali, centri di ricerca e mondo produttivo. E poi vanno proposte anche aree del nostro Paese fuori dal circuito turismo. Se si esclude un nuovo interesse per Alberobello, gran parte del Mezzogiorno escluso.
All'Expo, la Spagna ha affidato la propria immagine soprattutto ai governi regionali. A noi l'operazione sembra riuscita a met. Forse la Spagna ha fatto meglio nella articolazione. Io per coinvolgerne dieci regioni ho tenuto 37 riunioni con una certa fatica. Ne presentiamo una ogni due settimane. La Sicilia ci ha creduto. La Campania che ha relazioni con il Giappone da molto tempo ha giocato alcune delle sue carte con lo chef Alfonso Jaccarino. Qui la buona tavola italiana un mito L'Italia, comunque, ha messo in mostra ben altro.
Abbiamo giocato su ci per cui siamo pi famosi puntando sull'arte, con la esposizione del Satiro danzante ma anche su eccellenze tecnologiche che naturalmente non sono passate inosservate. Il corpetto che ha protetto il
Satiro durante il viaggio da Mazara del Vallo pesa soltanto 4 chili. Per mettere la statua al riparo dai terremoti che qui sono frequenti, stato creato uno scheletro con materiali di nuova concezione. Molto si deve all'Istituto centrale del restauro per una operazione, in collaborazione con lo Yomiuri Shinbum, giornale da 13 milione di copie al giorno che costata, da sola, 800mila euro. Attraverso la storia abbiamo voluto mettere in vetrina l'Italia che viaggia al passo con i tempi. Dimostrando di essere in partita anche nel settore della robotica con la mano realizzata a Pontedera. E poi, i giapponesi hanno scoperto che nel settore automobilistico non abbiamo da proporre soltanto la Ferrari.
Trova che, grazie all'Expo di Aichi ci sia in Giappone pi voglia di Italia?
Noi creiamo il clima. Abbiamo tenuto forum e stages. Ci sono stati colloqui tra i rappresentanti delle aziende. L'interscambio fermo a poco pi dell'1 per cento, ma le nostre esportazioni tendono a crescere. Molto ancora si pu fare. Anche attraverso le joint-venture. Abbiamo riproposto con forza il made in Italy e svelato una Italia sconosciuta.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news