LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Cos ti valorizzo i 180 musei sardi
Celestino Tabasso
L'UNIONE SARDA, 28 luglio 2005




Nessun taglio ma un obiettivo: entro il 2009 creare una rete che migliori strutture e offerta. Cultura e turismo. Un "Piano di razionalizzazione e sviluppo" presentato dalla Giunta regionale in 55 pagine

Legge e ordine nel mondo dei musei. Lo ha deciso marted la giunta regionale, lo ha annunciato ieri l'assessore alla Cultura Elisabetta Pilia, presentando le 55 pagine di analisi, obiettivi e regole del Piano di razionalizzazione e sviluppo.
Nel mirino della Regione - o per meglio dire nell'incubatrice, visto che l'obiettivo non tanto tagliare i rami secchi quanto rinverdirli -ci sono i musei sardi che dipendono da enti locali. E non sono pochi: anche escludendo le strutture nazionali, sono ben 180 quelle che fanno capo agli amministratori isolani.
Troppi, soprattutto se si considera che molti si assomigliano in modo impressionante (Per intenderci: in pi della met dei casi si tratta di musei etnografici) e spesso non hanno torme di visitatori, tutt'altro: Al contrario, spesso non ci passano neppure i residenti, non solo i turisti. E non un fenomeno cos scontato o naturale: in molte altre zone d'Italia chi vive in un territorio spesso conosce i musei della sua zona). Continuando a scorrere l'elenco delle malattie museali troviamo la distribuzione non equilibrata, la scarsit di figure professionali, l'assenza troppo frequente di iniziative espositive o didattiche. In sintesi estrema e brutale: troppi musei e troppo piccoli, non coordinati tra loro, spesso inerti, spessissimo disertati dai visitatori che a volte hanno - e non sempre a torto - l'impressione che "visto uno, visti tutti".
E queste sono le ombre, ha aggiunto, la Pilia, ma ci sono anche
le luci, a cominciare dalla ricchezza del patrimonio artistico, storico e archeologico custodito in queste strutture. Quanto alle terapie, nessun thatcherismo culturale: la Regione non condanner a morte per asfissia finanziaria nessuno dei musei grandi o piccoli. A ciascuno per verr chiesto di adeguarsi, in un periodo compreso tra il 2007 e il 2009, al raggiungimento di alcuni obiettivi, in modo che dalla situazione pulviscolare di oggi si passi a una rete organica e integrata. Una rete nella quale dovrebbero finire i turisti, che verrebbero invogliati a visitare le zone interne attraverso un circuito dei musei, con un biglietto unico (Un esempio che ci arriva dalla Campania, dove funziona egregiamente) e un unico marchio. Ovviamente non serve solo che le strutture si muovano secondo un unico piano, ma anche che l'offerta venga migliorata e che cresca il numero delle iniziative.
La marcia - non lunga - verso la realizzazione di questo progetto ha come carburante i 25 milioni di euro che il Cipe dovrebbe mettere a disposizione della Regione. Quanto al percorso, la Pilia lo ha scandito in sei tappe. Intanto la realizzazione della rete museale, o della sua intelaiatura, anche attraverso una strategia d comunicazione e promozione. Per questo passaggio un appuntamento chiave l'incontro romano di settembre per l'accordo d programma quadro con il ministero della Cultura. Vanno poi definiti "requisiti minimi di qualit" che i musei devono avere. Non vogliamo fare terrorismo - ha aggiunto l'assessore -n creare un clima di tensione: i tempi per raggiungere i requisiti sono ragionevoli. Insieme alla definizione di queste caratteristiche (che spaziano dall'assetto finanziario delle strutture ai rapporti con il territorio, e sono previste in un decreto ministeriale del 2001 che finora non era stato recepito dalla Regione) andr definita una procedura di riconoscimento regionale dei musei e delle raccolte museali, una sorta di certificazione.
Un altro tema importante riguarda l'aggiornamento e la formazione del personale, oggi non sempre qualificato al meglio. Gi il Por prevede la creazione di nuove professionalit, e a queste iniziative si affianca il progetto di una scuola di alta formazione per restauratori nella borgata sassarese d Li Punti.
La road map disegnata dalla giunta prevede anche sei nuovi musei, a dimostrazione del fatto che non tanto la riduzione del pur folto numero l'obiettivo principale, ma un diverso e pi organico funzionamento. Il quinto passo sono le regole, con una legge organica (La prima in questo settore) che definisca poteri e compiti della Regione in questo campo, e in particolare ne evidenzi il ruolo da direttore d'orchestra del sistema museale locale. Il sesto e ultimo punto focalizzato dal piano d'intervento approvato dall'esecutivo regionale la sperimentazione dei distretti culturali, che il documento presentato ieri vuole rivolti a far emergere le potenzialit delle aree interessate. I1 modello questa volta non la Campania o un'altra regione italiana, ma aree europee che hanno gi sperimentato con successo questa formula: la Galizia, per esempio, ma anche la Scozia. Vale a dire regioni che hanno in comune con la nostra un basso livello di sviluppo economico ma anche e soprattutto una forte identit culturale.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news