LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Uffizi. Nel Corridoio i selfie dei Grandi. E al concerto laccusa di Muti
Chiara Dino
Corriere fiorentino 31/3/2017

I ministri passano da Uffizi a Palazzo Vecchio: a luglio apertura per tutti. Il maestro: tagli al sapere? Crimini

Il privilegio ieri stato tutto per loro: solo i ministri del G7 hanno attraversato il Corridoio Vasariano per raggiungere, da Palazzo Pitti, il Salone dei Cinquecento dove Riccardo Muti ha diretto lOrchestra del Maggio. Per ora si diceva perch dal primo luglio il primo tratto del camminamento, quello tra Palazzo Vecchio e Uffizi, sar aperto al pubblico che potr entrare facendo un doppio biglietto o utilizzando la Firenze Card.

Bisogner aspettare il 2018 perch anche la seconda tranche, dagli Uffizi a Pitti e Boboli, sia accessibile ai turisti. Propria quella che ieri ha pi impressionato i sette ministri della Cultura ospiti a Firenze per stilare la carta che dovr fare da vademecum per tutelare il patrimonio a rischio e creare un dialogo di pace tra i popoli in nome della cultura e del sapere. Sono stati accompagnati da Eike Schmidt in questo magico Percorso del Principe. Si sono fermati pi volte, anche su Santa Felicita. Hanno voluto fare dei selfie davanti allAlessandro Morente racconta il direttore degli Uffizi hanno visto autoritratti famosi come quello di Angelica Kauffman, ma ci che li ha colpiti di pi stata la visione del tramonto dalle finestre del Corridoio su Ponte Vecchio. E naturalmente la sala Botticelli dove li abbiamo portati e daltro canto non potevamo fare altrimenti. La maggior parte di loro non ha visto il restauro dellAdorazione dei Magi di Leonardo ma alcuni torneranno stamani al museo per non arrivare tardi al concerto di Muti in Palazzo Vecchio iniziato poco dopo le 20 quando erano gi arrivati il premier Paolo Gentiloni, che ha definito Firenze pi che mai capitale mondiale della cultura nel libro degli ospiti di Palazzo Vecchio, e il sottosegretario Maria Elena Boschi.

Sotto gli affreschi di Vasari prima di una cena tutta toscana andata in scena una versione ridotta del concerto che stasera si replicher allOpera di Firenze: mancava lo Stabat Mater di Verdi. Evento nellevento il concerto di ieri perch ha visto Muti dirigere lOrchestra del Maggio dopo otto anni di rapporti interrotti e ricostruiti per tappe nel 2014 era tornato nel teatro fiorentino guidando lorchestra giovanile Cherubini. stato lui stesso, prima di iniziare a far suonare lorchestra, a spiegare le ragioni della scelta del programma (lOuverture del Guglielmo Tell di Rossini e la seconda sinfonia di Brahms). In una serata come questa, in cui si parla di cultura come strumento di unit e di dialogo, ho pensato a Rossini perch questa opera rappresenta le esigenze di cui voi state parlando. Noi musicisti abbiamo sempre messo fiori nei nostri cannoni. Anzi i musicisti italiani sono stati precursori dellunit tra popoli e soprattutto tra popoli dellEuropa. Penso a Salieri e a quanto influenz la musica a Vienna e a come la stessa cosa fece Cherubini a Parigi, o Spontini a Berlino. Anche Brahms non viene eseguito a caso. Lui ha ricordato Muti, che in chiusura ha anche detto che ogni taglio alla cultura assimilabile a un crimine amava Cherubini. Con questa sinfonia facciamo dunque un omaggio a un grande fiorentino nei confronti dei quali vorrei fare un appello. Sarebbe bello e le sue spoglie (ora a Parigi ndr.) tornassero a Firenze, qui in Santa Croce.



news

16-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news