LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MODENA-Furti, il Marocco non obbligato a restituirci il Guercino rubato a Modena?
Stefano Luppi
www.ilgiornaledellarte.com, 30/03/2017

La Madonna in trono con i santi Evangelista e Gregorio taumaturgo del Guercino stata rubata a Modena e ritrovata a Casablanca, in Marocco, in preoccupanti condizioni conservative



Esperti di legge in queste ore si stanno confrontando, con pareri opposti, riguardo a difficolt e obblighi legati al rientro della tela Madonna in trono con i santi Evangelista e Gregorio taumaturgo del 1629.
Lopera venne rubata dalla centralissima chiesa di San Vincenzo di Modena e ritrovata nello scorso febbraio il Marocco, alla periferia di Casablanca. La Gazzetta di Modena e Il Giornale dellArte, la settimana scorsa, hanno attestato, pubblicando una fotografia scattata a Casablanca, lo stato conservativo attuale molto precario di uno dei dipinti principali del pittore ferrarese.

Nei giorni scorsi ha iniziato il procuratore capo di Modena Lucia Musti, spiegando le difficolt teoriche nel fare rientrare in Italia lopera (in effetti, questa corpo di reato perch le indagini marocchine non sono ancora chiuse, dopo larresto di quattro cittadini del Marocco di cui uno di passaggio a Modena e Bologna). Non esiste, spiega il procuratore Musti, un obbligo da parte di uno Stato estero di riconsegnare un bene di interesse culturale e artistico. Questo lo dice il diritto internazionale, tranne nel caso in cui il bene sia stato sottratto durante una guerra. Quindi partiamo da questa norma del diritto internazionale che non ci aiuta, ci stiamo lavorando e siamo prossimi ad aprire una rogatoria internazionale. Con dico che non avremo indietro il Guercino, stiamo pensando di chiedere una rogatoria internazionale allo Stato del Marocco, che non essendo europeo esclude, appunto, i canali europei, come, ad esempio, Eurojust. Nel caso chiederemo una mediazione di carattere diplomatico, attraverso il Mibact.

La pensa in modo molto differente Giulio Volpe, avvocato bolognese e docente di Legislazione dei beni culturali allAlma Mater, nonch assistente dellex ministro ai Beni culturali Antonio Paolucci. Il professor Volpe sottolinea infatti che Esistono diversi strumenti internazionali, accordi pattizi tra Stati, multilaterali o bilaterali, utili al rientro delle opere. I pi rilevanti, possibili nel rapporto con il Marocco, Stato extraeuropeo, sono stati concepiti sotto legida dellUnesco (Parigi, 1970) o di Unidroit (Roma, 1995). Tanto lItalia quanto il Marocco risultano aver recepito con ratifica la convenzione Unesco, entrante in vigore rispettivamente il 2 gennaio 1979 e il 3 maggio 2003. Non si vede quale ostacolo possa incontrare la restituzione di tale pregiatissimo dipinto, purtroppo gravemente danneggiato.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news