LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE-A Firenze parte il G7 della cultura
www.agi.it, 30/03/2017

Firenze pronta per accogliere il primo G7 cultura. Per due giorni (gioved 30 e venerd 31 marzo) i ministri dei beni culturali di sette nazioni rimarranno nel capoluogo fiorentino per stilare un documento comune sulla cultura come strumento di dialogo tra i popoli. l'Italia conferma in questo modo la volont di esercitare il ruolo di leadership culturale. L'iniziativa rappresenta anche l'impegno della comunit internazionale di recuperare e preservare il patrimonio dell'umanit danneggiato dalle calamit naturali, colpito durante i conflitti e attaccato dal terrorismo e di contrastare il traffico illecito dei beni culturali.

Anche se ufficialmente il G7 cultura inizia oggi 30 marzo, gi da qualche giorno in piazza della Signoria, davanti Palazzo Vecchio, stata esposta la copia dell'Arco di Palmira, distrutto dall'Isis nel 2015 in Siria. La struttura, gi esposta a Londra e New York, rester a Firenze fino al 27 aprile e sitratta di una riproduzione perfetta dell'originale, realizzata grazie alle nuove tecnologie nell'ambito del progetto "the million image database" per la tutela e la salvaguardia del patrimonio culturale mondiale, promosso da The Institute for Digital Archaeology in collaborazione con Unesco, Universita' di Oxford, Museo del Futuro di Dubai e governo degli Emirati Arabi Uniti. La copia dell'arco stata realizzata da Torart, un'azienda di Carrara guidata da due giovani imprenditori, Giacomo Massari e Filippo Tincolini, e specializzata in scultura, arte contemporanea e design, nell'applicazione delle nuove tecnologie nella lavorazione del marmo, in pietre e materiali duri di diversa natura.
I protagonisti

Italia - Ministro dei beni e delle Attivit culturali, Dario Franceschini, che presiede il Vertice
Canada - Ministro Melanie Joly
Francia - Ministro Audrey Azoulay
Germania - Ministro Maria Bohmer
Giappone - Ministro Ryohei Miyata
Regno Unito - Ministro britannico Karen Bradley
Stati Uniti - Ministro statunitense Bruce Whorton

Presenti anche il commissario europeo per la cultura, Tibor Navracsis, e il segretario generale dell'Unesco, Irina Bokova.
Il programma delle due giornate

30 marzo

Mattina - Iniziativa sull'Unione europea della cultura: "spianare la strada per un nuovo approccio della diplomazia alla cultura e per migliorare la crescita economica dei settori della creativit e della cultura'. Partecipano il ministro dei beni Culturali Dario Franceschini e il sindaco di Firenze Dario Nardella
Pomeriggio - Apertura ufficiale della 'due giorni' del G7 dei ministri della Cultura nella Sala Bianca di Palazzo Pitti

Sera - Nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, si tiene il concerto diretto dal Maestro Riccardo Muti e eseguito dallOrchestra del Maggio musicale fiorentino (Ouverture del Guillaume Tell di Gioacchino Rossini e Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73 di Johannes Brahms).

31 marzo

Mattina - Un rappresentante del mondo culturale di ogni Paese partecipa a una talk session nel salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio. Tra gli argomenti affrontati:

- la cultura come strumento di dialogo e il ruolo dei paesi G7.
- il ruolo della cultura nellattuale contesto di crisi del sistema geopolitico mondiale e la sua possibile funzione di contrasto allemergere dei nuovi populismi e nazionalismi.
- la protezione del patrimonio culturale mondiale dalle minacce del terrorismo, delle calamit naturali e del traffico illecito.
- limportanza delle attivit di formazione e ricerca nelle istituzioni culturali.
- la comunicazione in ambito culturale e la necessit di politiche finalizzate ad avvicinare i cittadini al mondo dellarte e della cultura.
- la mission delle istituzioni culturali ed esempi di best practice.
Le misure di sicurezza

Anche se il G7 cultura coincide con l'inizio della visita fiorentina del Principe di Galles e della Duchessa di Cornovaglia, Carlo e Camilla, non ci sono 'zone rosse'. Per garantire la sicurezza stato tutto predisposto in modo efficace ma 'discreto'. I turisti che regolarmente affollano le piazze e i musei, infatti, possono entrare ovunque e quasi non accorgersi di niente. Unica eccezione, per chi arriva in aereo. L'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile, su disposizione dell'autorit di pubblica sicurezza ha emesso un Notam (notice to airmen - avviso ai naviganti) di chiusura dello spazio aereo e sulle aree circostanti. Dalle 13 del 30 marzo fino alle 17 del 31, sono vietati tutti i voli Vfr (visual flights rules - voli a vista), inclusi quelli con velivoli ultraleggeri e i voli con i mezzi a pilotaggio remoto (cosiddetti droni), in un'area circolare avente un raggio di circa 4 chilometri dal centro della citta' di Firenze. Sono esclusi dal divieto i voli commerciali di linea e charter, i voli di Stato, quelli di emergenza e i voli sanitari.Ci sono, inoltre, un drone per effettuare controlli pi dettagliati e le telecamere e i cecchini sui tetti, soprattutto nelle aree dove alloggiano i leader e le relative delegazioni.



news

18-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news