LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pi competenze per i beni culturali: lo strumento fiscale per gestire e valorizzare il patrimonio
Italia Oggi, 28-LUG-2005


Sul Gdc di agosto-settembre una serie di interventi sul ruolo dei professionisti dell economia


"I dottori commercialisti sono a disposizione dei gestori e responsabili dei beni per suggerire e orientare le politiche amministrative e gestionali in maniera razionale e produttiva, oltre che secondo la normativa fiscale vigente.

Con queste parole viene presentato il numero di agosto-settembre del Giornale dei dottori commercialisti (Gdc) ampiamente dedicato al rapporto tra la professione e la cultura, anche alla luce delle nuove competenze che la recente legge sull'Albo unico ha assegnato ai dottori commercialisti.

La gestione dei beni culturali, scrive nel suo editoriale il presidente del Consiglio nazionale, Antonio Tamborrino," non pu prescindere dal sapere economico. L'arte non si esaurisce nel momento creativo ma dispiega i suoi effetti nel tempo e nello spazio... da qui la nostra disponibilit".

Tamborrino ricorda l'attivit di un'apposita commissione di studio del Cndc, alla quale delegato il consigliere Francesco Serao, che ha messo a punto un modello ad hoc di gestione dei musei e pi in generale dei beni culturali, prospettando soluzioni per conciliare le peculiarit del bene oggetto d'indagine con strumenti tradizionali e innovativi del mondo economico, cos da segnalare, in ambito tecnico, propriet, percorsi e processi di due settori strettamente connessi: da una parte le linee guida di un sistema gestionale volto a dotare gli addetti sia di strumenti idonei alla misurazione dei risultati sia di modalit operative per individuare e descrivere l'impresa culturale nell'esistente e nelle sue prospettive; dall'altra parte l'inquadramento della norma fiscale a presidio dei beni stessi e l'incidenza della variabile fiscale in termini di appeal per l'imprenditore e il cittadino in una prospettiva di riordino alla luce delle disposizioni legislative pi recenti. L'Italia il paese delle cento citt, dei comuni, del museo diffuso ed quanto mai opportuno, conclude Tamborrino, che due saperi apparentemente distanti, economia e cultura, possano conoscersi nella differenza e nel confronto di contenuti e finalit per promuovere progetti e metodologie concorrenti al perseguimento dell'interesse pubblico.

Lo stesso consigliere Serao, nell'evocare l'attivit della sua commissione economia dell'arte, mette in rilievo la nuova consapevolezza che si fatta strada, anche a livello legislativo, per la valorizzazione economica del patrimonio culturale (a partire da quello museale); sicch l'interesse e l'apporto di saperi dell'esperto, del professionista dell'economia, appaiono non solo una novit ma un'indispensabile necessit.

La cultura come scienza: sapere, dottrina conoscenza, cos il consigliere nazionale Giovanni Stella in un suo articolo che mette in evidenza soprattutto l'impegno del professionista nell'accrescere in continuazione le proprie potenzialit conoscitive proprio per soddisfare un'esigenza quasi innata di creativit.

Un rapporto con la cultura, dunque, che qualcosa di pi dell'adempimento del proprio dovere. Ricercare soluzioni o interpretazioni di un caso, diventa quasi un creare nella professione che molto prende dal creare dell'artista.

Interessante, poi, l'intervista concessa da Elena Corradini, direttore reggente dei beni archeologici del ministero per i beni culturali, sulle nuove potenzialit imprenditoriali per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale.
Vi una significative possibilit di cooperazione con i soggetti privati per favorire il loro concorso nell'acquisizione di maggiori risorse, come anche per consentire e promuovere la loro partecipazione nella gestione dei beni, in particolare in riferimento, per esempio, alla possibilit di detrazioni fiscali nel caso di erogazioni a favore della cultura, argomento che meriterebbe opportuni approfondimenti e una pi diffusa informazione con il contributo di professionisti esperti del settore quali i dottori commercialisti.

L'intervistata, ricordando le recenti norme del codice dei beni culturali e del paesaggio, osserva che esse richiederebbero l'attuazione di modalit di collaborazioni pi dirette con il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti, per esempio per quanto riguarda un ambito di grande interesse, ma non molto conosciuto, come quello dell'erogazione dei contributi ministeriali per gli interventi di restauro di immobili sottoposti a vincolo.

Una altrettanto interessante carrellata sull'industria cinematografica, anche in relazione alle nuove normative, non pi assistenziali ma di sostegno delle produzioni, svolta da Gaetano Blandirli, direttore generale per il cinema del ministero dei beni culturali.

Siamo aperti a qualsiasi suggerimento che provenga dai dottori commercialisti, afferma tra l'altro, per quanto riguarda le modalit di gestione e monitoraggio delle risorse finanziarie, alla luce anche delle nuove competenze affidate ai dottori commercialisti dalla legge sull'albo unico (revisione, attestazioni, asseverazione delle rendicontazioni ecc), per analizzare i punti deboli del sistema, senza penalizzarne l'aspetto culturale, alla ricerca del giusto punto d'equilibrio fra cultura, arte e impresa.
All'esposizione di Blandini sembra fare da corollario un'intervista con il regista Pupi Avati, che evoca le DroDiie esperienze di

autore e nel contempo di utilizzatore di crediti. Osserva: La mia immaginazione e la mia creativit si relazionano con le finanze di cui dispongo.

Da qui un excursus storico, sul ruolo svolto da settantanni dalla Bnl nell'assicurare il credito all'industria cinematografica italiana, in uno sodalizio che ha consentito il successo mondiale di tante nostre pellicole.

Gianni Borgna, assessore alla cultura del comune di Roma, sintetizza la politica amministrativa in questo settore, mettendo in evidenza i significativi risultati conseguiti e i programmi, tesi soprattutto a consolidare il richiamo internazionale della capitale.

Riferendosi alle disponibilit di collaborazione offerta dai dottori commercialisti, l'assessore, che anche uno storico della musica, conclude: Una delle nostre priorit cercare di creare il pi alto numero di sinergie tra le forze che hanno a cuore la valorizzazione della cultura.

La forte ricaduta economica delle iniziative della Fondazione Arena di Verona, che muovono dallo straordinario successo della stagione lirica, sono oggetto di un documentato servizio che indica, tra l'altro, come la prospettiva di sviluppo del marchio sia ora decisamente orientata a un target mondiale, non pi solo europeo. La fondazione punta a non vivere di rendita, ma a una totale valorizzazione del suo patrimonio di beni immateriali.

Il Gdc, che in corso di distribuzione, pubblica, in un inserto, il testo del decreto legislativo (n. 139/2005, uscito sulla Gazzetta Ufficiale, supplemento ordinario, del 19/7/2005) che da attuazione alla legge (n. 34/2/2005) per l'istituzione della nuova professione di dottore commercialista e di esperto contabile.

Contiene infine le consuete rubriche sull'attivit degli ordini, della cassa di previdenza e delle associazioni sindacali, oltre allo Scaffale dei libri ricevuti.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news