LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La cripta e gli archivi del Policlinico diventano un museo
ALESSANDRA CORICA
26 marzo 2017 LA REPUBBLICA





L'OBIETTIVO quello di far riscoprire alla citt una parte della sua storia. Che oggi semi-nascosta, incastonata tra il traffico di via Sforza e il nuovo cantiere della M4. Ma testimonianza, vissuta, del passato di Milano. Eccola, l'idea del Policlinico, ospedale- proprietario con alle spalle cinque e pi secoli di storia: realizzare un "mini-museo" dedicato alla citt e alla sua storia, aprendo la cripta dove sono stati ritrovati i resti di 500mila morti della Grande peste. E poi i due archivi, quello d'inverno (coperto) e quello d'estate (nel chiostro), dove sono conservati documenti che risalgono al Cinquecento, anche con iniziative particolari, come aperitivi in costume e animazioni multimediali , spiega il presidente del Policlinico, Marco Giachetti.

Ricapitoliamo. Nei mesi scorsi via Sforza ha iniziato a lavorare al progetto di realizzare un enorme museo storico, per mettere in mostra il suo patrimonio (che conta non solo case e terreni, ma anche documenti, volumi, quadri e reperti medici) trasformando il palazzo dove ci sono gli uffici amministrativi del Policlinico affacciato su via Sforza, di fronte all'entrata dell'ospedale in un grande polo museale. Un progetto imponente. E costoso: in base a uno studio di fattibilit fatto dal Politecnico, per ristrutturare il complesso che in alcune parti ha problemi di staticit causati dai bombardamenti della Seconda guerra mondiale e poi creare bagni per i visitatori, rampe e uscite per i disabili, servono undici milioni. Troppo, considerando che la mission principale di via Sforza sanitaria. E che quindi i fondi dell'ospedale devono essere usati, in primis, per la cura dei malati.

Di qui, la ricerca di alternative per valorizzare comunque il patrimonio dell'ospedale. Che fa parte dei luoghi del cuore del Fai (ieri c' stata un'apertura straordinaria) ed cospicuo: in via Sforza sono conservati documenti come l'atto di fondazione del Policlinico firmato, alla fine del XV secolo, da Francesco Sforza in persona, o un papiro egizio che risale alla XIX dinastia (tra il 1.305 e il 1.200 a.C.). E poi il registro di tutti i ricoveri dal 1899, testamenti e documenti che ricordano i lasciti che i benefattori hanno fatto all'ospedale dalla sua fondazione. Nonch tre chilometri di volumi che fanno s che l'ospedale abbia la principale biblioteca medica d'Europa. Appena aperta, grazie a una donazione del vecchio presidente Giancarlo Cesana. Ma ancora poco conosciuta dai milanesi.

L'idea, allora, quella di aprire, per il momento, un mini-percorso. Come? Vogliamo dare in gestione la cripta dell'Annunciata, che il vecchio cimitero dell'ospedale, a un operatore turistico. Perch la tenga aperta e vi realizzi un museo anatomico, con i reparti ossei conservati dall'ospedale, in stile "Real Bodies" dice Giachetti . Con il ricavato dei biglietti, apriremo poi i due archivi, realizzando un percorso comune e continuo.

Il piano, secondo le prime stime, dovrebbe costare intorno ai 100mila euro: una cifra nettamente pi bassa rispetto a quella necessaria per trasformare tutto il palazzo degli uffici in un polo museale. Abbiamo fatto delle verifiche con i vigili del fuoco: piccoli gruppi, di massimo dodici persone, possono essere ammessi.

L'ospedale a gennaio ha pubblicato una manifestazione d'interesse, indirizzata a societ esperte nella valorizzazione dei beni culturali. L'avviso si chiuso nei giorni scorsi: tre gli operatori che si sono candidati. Vorremmo importi differenziati per i biglietti a seconda delle ore della giornata, aggiunge Giachetti. Con prezzi pi bassi al mattino, indirizzati alle scolaresche. E poi pi alti nel pomeriggio per i turisti, e intorno ai 20 euro la sera, visto che per l'apertura dalle 19 in poi stiamo pensando anche ad aperitivi e cene con attori in costume e cibi preparati secondo gli usi dell'epoca. L'entrata sar sempre gratis, invece, per i dipendenti dell'ospedale.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news